Home / Psicologia / Come gestiamo le emozioni?
Come gestiamo le emozioni?
Come gestiamo le emozioni?

Come gestiamo le emozioni?

Come gestiamo le emozioni?

Il filosofo Rudyard Kipling, in una delle poesie più belle che siano mai state scritte (If – Brother Square-Toes – Rewards and Fairies, 1910), in alcuni passaggi scriveva: “Se riesci a non perdere la testa quando tutti intorno a te la perdono e ti mettono sotto accusa. Se riesci ad avere fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te, ma a tenere nel giusto conto il loro dubitare. (…) Se riesci a incontrare il successoCome gestiamo le emozioni?
Il filosofo Rudyard Kipling, in una delle poesie più belle che siano mai state scritte (If – Brother Square-Toes – Rewards and Fairies, 1910), in alcuni passaggi scriveva: “Se riesci a non perdere la testa quando tutti intorno a te la perdono e ti mettono sotto accusa. Se riesci ad avere fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te, ma a tenere nel giusto conto il loro dubitare. (…) Se riesci a incontrare il successo e la sconfitta e trattare questi due impostori allo stesso modo. (…) Se riesci a colmare l’inesorabile minuto con un momento fatto di sessanta secondi tua è la terra e tutto ciò che è in essa e quel che più conta sarai un uomo, figlio mio”.
Questa struggente “lettera” potrebbe tranquillamente essere considerata come il suggerimento (di un padre ad un figlio nella fattispecie) su come gestire le proprie emozioni, evitando che siano loro a dominare, a dominarci. Ma come dovrebbero essere gestite le emozioni? L’esercizio della propria emotività, soprattutto di quella parte “negativa”, come la rabbia, l’aggressività, la frustrazione, dovrebbe passare, necessariamente, per il riconoscimento e l’accettazione di quel che realmente è: ossia, modi differenti di risposta a determinati stimoli. Ovviamente, non bisognerebbe aver paura delle proprie emozioni, né tantomeno permettere che siano loro a modellare il nostro umore e guidare le nostre azioni. Ad esempio, immaginiamo “la vergogna”, questa non è un’emozione negativa, anzi, se ben contenuta, può diventare una complice utile ai fini della nostra crescita personale.

About Francesco Russo

Mi chiamo Francesco Russo, nato a Benevento e residente a Roccabascerana (AV). Amo viaggiare, il trekking, healthy food e la cucina casareccia, strimpello il basso elettrico e nel weekend sono in pista come Marshall. Ho conseguito la Laurea Triennale in Ing. Civile e Ambientale. Ho iniziato ad interessarmi al mondo del Web Marketing e per trasformare questa passione in lavoro ho conseguito presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli il Master in e-Commerce Management. Mi occupo dello sviluppo di e-Commerce, Siti vetrina, Social e Blog, secondo le necessità dei clienti, cerco di interpretare al meglio quella che oggi chiamiamo SEO. Sono una persona di buona volontà, ma non uno specialista Francesco

Vedi Anche

stress da vacanza

Lo sapevi che a volte in vacanza ci si stressa di più?

Lo sapevi che a volte in vacanza ci si stressa di più? Hai lavorato un ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *