Home / Attualità / I giochi per smartphone possono intercettare segnali di declino cognitivo

I giochi per smartphone possono intercettare segnali di declino cognitivo

Stando a una nuova ricerca condotta dai ricercatori dell’Università del Kent, alcuni dei più popolari giochi per cellulari potrebbero fornire un nuovo strumento per aiutare i medici a individuare i primi segnali del declino cognitivo, alcuni dei quali potrebbero anche indicare l’insorgenza di condizioni gravi, come la demenza.

In particolare, osservando il legame tra gli schemi di tap, swipe e gesti di rotazione durante il gioco mobile e le prestazioni cognitive degli utenti, la ricerca ha evidenziato che la velocità, la lunghezza e l’intensità di questi movimenti è correlata alla funzione cerebrale. In particolare, l’esecuzione di questi gesti rivela informazioni chiave sulle capacità di ricerca visiva dei giocatori, sulla flessibilità mentale e sull’inibizione delle loro risposte. Tutti offrono inoltre indizi sulla salute cerebrale complessiva degli individui.

I risultati dello studio, “Exploring the Touch and Motion Features in Game-Based Cognitive Assessments“, sono stati presentati qualche giorno fa durante un evento, all’interno del quale è stato precisato che l’analisi è stata condotta su un campione di 21 partecipanti sani, mediante test di valutazione cognitiva standard, seguiti da sessioni di 10 minuti di gioco di Tetris, Candy Crush Saga e Fruit Ninja in due periodi separati, a distanza di due settimane. I tre giochi selezionati sono stati scelti perché sono facili da imparare, coinvolgenti per la maggior parte dei giocatori e in grado di stimolare interazioni intense usando gesti multipli.

Utilizzando i sensori integrati nei telefoni cellulari per raccogliere i dati, il team ha mostrato come gli utenti hanno interagito con i giochi e ha illustrato un chiaro collegamento tra i gesti tattili dei soggetti e i loro livelli di prestazioni cognitive. Lo studio ha rivelato la capacità dei partecipanti di eseguire attività di ricerca visuo-spaziale e visiva, oltre a testare la loro memoria, la flessibilità mentale e l’ampiezza dell’attenzione.

Il team di ricerca ha concluso che i giochi mobili di serie e popolari possono fornire una misura efficace della funzione cerebrale per individuare i cambiamenti nelle capacità motorie che sono comunemente intercettati in pazienti con malattia di Alzheimer, ictus, lesioni cerebrali traumatiche, schizofrenia e disturbo ossessivo-compulsivo. L’individuazione precoce dei segni di declino cognitivo è fondamentale per un trattamento e una prevenzione efficaci, così come l’identificazione degli individui a rischio di malattie cerebrali.

Inoltre, lo studio fornisce la prova della possibilità di utilizzare il gioco mobile per rilevare cambiamenti nelle prestazioni cognitive tra gli atleti che sono esposti a lesioni cerebrali traumatiche, come pugili, giocatori di rugby e calciatori. L’uso della tecnologia mobile rende infatti più facile effettuare test regolari e ripetitivi ed è più coinvolgente per gli individui da valutare. I giochi mobili sono anche facilmente modificabili per testare le specifiche capacità cognitive e pongono dunque maggiori opportunità di lavoro.

About Roberto Rais

Mi chiamo Roberto Rais, Giornalista pubblicista, da diversi anni  specializzato in tematiche legate alla psicologia, alla motivazione e al wellness psico-fisico. Collaboro con alcuni magazine online di settore, prestando la mia consulenza editoriale anche ad agenzie di stampa e siti web"

Vedi Anche

musica

Quanto tempo occorre al nostro cervello per riconoscere una canzone?

Il cervello umano è in grado di riconoscere una canzone che conosce già nel giro ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *