Home / Roberto Rais

Roberto Rais

Mi chiamo Roberto Rais, Giornalista pubblicista, da diversi anni  specializzato in tematiche legate alla psicologia, alla motivazione e al wellness psico-fisico. Collaboro con alcuni magazine online di settore, prestando la mia consulenza editoriale anche ad agenzie di stampa e siti web"

Come il sonno può rafforzare le nostre emozioni positive

I ricercatori del Dipartimento di Neurologia dell’Università di Berna e dell’Ospedale Universitario di Berna hanno identificato il modo in cui il cervello gestisce le emozioni durante il sonno onirico per consolidare la memorizzazione delle emozioni positive e smorzare il consolidamento di quelle negative. Il lavoro contribuire a rafforzare l’importanza del sonno nella salute mentale e apre nuove strade alle strategie ...

Read More »

Ecco come l’apprendimento della lettura “cambia” il cervello

Un recente studio ha scoperto in che modo l’apprendimento della lettura può cambiare il nostro cervello. Un elemento di grandissima rilevanza, considerato che la lettura è un’invenzione relativamente recente nella storia della cultura umana, e comunque troppo recente perché le reti cerebrali dedicate si siano evolute specificamente per essa. Dunque, come possiamo realizzare questa impresa? in che modo possiamo stimolare ...

Read More »

Perché a lavoro è meglio fare amicizia con tutti i colleghi subalterni?

I subalterni, come il termine lascerebbe intendere, sono coloro che hanno meno esperienza di te, guadagnano un salario inferiore, hanno un ruolo subordinato nel tuo posto di lavoro. Tuttavia, non fare l’errore di pensare che non meritano il tuo riconoscimento o rispetto, perché sono molto più preziosi per il tuo posto di lavoro e la tua produttività di quanto tu ...

Read More »

I sintomi depressivi e gli effetti nel rapporto madre – figlio

Secondo una recente ricerca, i sintomi depressivi a lungo termine, pur lievi, nelle madri, possono essere ricollegati a problemi emotivi tra i bambini piccoli, come l’iperattività, l’aggressività e l’ansia. Di contro, la stessa analisi afferma che i sintomi depressivi del padre hanno influenzato i problemi emotivi del bambino solo se anche la madre era depressa. I sintomi della madre, dunque, ...

Read More »

Dieta e mente, nuova ricerca svela la relazione

Numerose ricerche hanno evidenziato nel tempo in che modo una dieta non sana possa essere correlata all’obesità, ma non hanno ancora esplorato come la dieta alimentare possa effettivamente portare a cambiamenti neurologici nel cervello. Ebbene, un recente studio dell’Università di Yale ha scoperto che le diete ad alto contenuto di grassi contribuiscono ad irregolarità nella regione dell’ipotalamo del cervello, che ...

Read More »

Bere tè fa bene alla salute del cervello

Un recente studio realizzato dai ricercatori della National University of Singapore (NUS) ha scoperto che le persone che bevono regolarmente del tè hanno sviluppato più positivamente le regioni cerebrali, e questo lascia suggerire che bere tè possa essere associato a una più sana funzione cognitiva – rispetto ai non bevitori di tè. In particolare, afferma il professor Feng Lei, del ...

Read More »

Come leggere il movimento e la posizione dei piedi

La comunicazione non verbale è un importante insieme di indizi rilevatori dello stato d’animo proprio e delle persone che ci circondano. Di conseguenza, imparare a leggere il movimento e la posizione dei piedi può fornirci fondamentali informazioni. Proviamo a saperne di più. Piedi che battono A volte possiamo vedere i piedi che battono in qualcuno che sembra ascoltare intensamente, indicando ...

Read More »

Perché qualcuno crede alle teorie complottiste?

Gli psicologi sembrano aver identificato quali meccanismi si attivano nella nostra mente quando si finisce con il credere alle teorie complottiste, come quelle sull’11 settembre o lo sbarco sulla Luna, scoprendo che i complottisti e i creazionisti sono molto più simili (per certi versi) di quanto si possa credere. “C’è un filo conduttore tra il credere nel creazionismo e credere ...

Read More »

Memoria, ricercatori scoprono come “modificarla”

All’interno del nostro cervello l’ippocampo è in grado di immagazzinare le informazioni sensoriali ed emotive che costituiscono i nostri ricordi, siano essi positivi o negativi. Considerato che non esistono in natura due memorie “uguali”, e che ogni ricordo è conservato all’interno di una combinazione unica di cellule cerebrali che contengono tutte le informazioni ambientali ed emotive associate a quell’evento, ne ...

Read More »

Perché sempre più giovani sono infelici?

infelici

Che l’adolescenza sia un periodo particolarmente complesso nello sviluppo umano è ben noto. Ora è altresì noto il fatto che sempre più adolescenti si dichiarano tristi e infelici, aprendo dunque margini di interpretazione e di analisi per capire i motivi. Analizzando i dati del National Survey on Drug Use, infatti, emerge come dal 2008 al 2017 vi sia stato un ...

Read More »