Home / Psicologia / 3 modi in cui lavora l’effetto alone, che influenza le nostre scelte

3 modi in cui lavora l’effetto alone, che influenza le nostre scelte

3. Il valore aggiunto di un prodotto

Se vediamo un orologio bello in una gioielleria, ci sembrerà migliore rispetto a vederlo al supermercato… anche se è lo stesso orologio.

Anche se sembra impossibile, siamo condizionati dall'”alone” di bellezza di un prodotto che ci fa sembrare che abbia qualità che, in realtà, non ha. Così siamo influenzati a comprare di tutto, ma anche a giudicare bene una persona perché veste con capi di marca, o si mette dei gioielli molto vistosi.

Questo fa tutto parte dell’effetto alone che cerca di riempire con giudizi cose che, in realtà, non possiamo assolutamente sapere e su cui non abbiamo basi per giudicare.

About Valerio

Mi chiamo Valerio Guiggi, redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"  (per contatti valerioguiggi[@]gmail.com)

Vedi Anche

Relazione di coppia: quella gelosia ossessiva che distrugge l’amore

Cosa vuol dire essere gelosi del proprio partner? E soprattutto quando la gelosia diventa una ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *