Home / Benessere e Salute / Gli effetti psicologici ed emotivi dei colori

Gli effetti psicologici ed emotivi dei colori

Ciascuno di noi predilige un particolare colore, si tende ad essere più propensi verso un colore piuttosto che un altro, ma questo rispecchia molto un nostro stato d’animo e quindi cambia in una particolare situazione che si sta affrontando, anche se a volte non ce ne si rende conto.

I colori hanno un significato molto importante e vanno dagli abiti che si indossano, al colore delle pareti quando si decide di rinnovare casa e così via. La psicologia spesso effettua dei test per capire la personalità di una persona e in questi sono presi in considerazione anche i colori.

Vediamo allora, in dettaglio, quali sono gli effetti trasmessi dai colori, per poter scegliere con maggiore consapevolezza i colori da utilizzare.

Ad ogni colore un’emozione

Rosso

Colore della passione e  dell’amore per eccellenza. Simboleggia il calore ed è un colore stimolante per cui sconsigliato nelle camere da letto. E’ talmente stimolante che può rendere aggressivi. Simboleggia anche il pericolo, il sangue e il fuoco

Il Rosso è il primo colore dell’arcobaleno che i neonati imparano a riconoscere, il primo a cui tutti i popoli hanno dato un nome.

Arancione

Colore dell’accoglienza e dell’ospitalità è percepito come un colore vibrante che simboleggia la lussuria ma anche l’attenzione.

Giallo

Colore del sole per eccellenza che rappresenta la felicità e l’allegria. Collegato all’oro. Il lato oscuro del giallo è quello di rappresentare anche disonestà e tradimento, falsità, gelosia.

Verde

Simboleggia la natura, la primavera e  utilizzato per evocare la  fortuna.  L’effetto di stabilità prodotto dal verde rappresenta, da un punto di vista psicologico, i valori saldi che non mutano. La scelta del verde indica inoltre autostima.

Blu

Colore della calma e della quiete, utilizzato spesso per dipingere le pareti delle camere da letto. Simboleggia l’acqua così come il cielo.

Viola

Colore legato al mistico e alla spiritualità oltre che il colore della penitenza.

Rosa

Il colore spesso preferito da bambine che simboleggia femminilità e gioventù ma anche debolezza e ingenuità o almeno questo è quello che nel tempo gli è stato attribuito.

Bianco

Il bianco è per eccellenza in colore che identifica la purezza, l’innocenza ma anche la pace e la pulizia. Nelle culture orientali, a differenza dell’Occidente, il bianco è abbinato anche alla morte.

Marrone

Questo colore rappresenta la terra, madre terra la neutralità, chi di solito lo rifiuta ha problemi a manifestare le emozioni verso i piaceri di tipo fisico.

Nero

Come detto in Occidente è legato alla tristezza, al lutto e alla morte, ma anche al rimorso e alla rabbia. Utilizzato molto nella moda, negli abiti perchè fa sembrare più magri e più eleganti.

Associato anche al potere e alla magia.

Grigio

Così come il nero anche il grigio è associato alla tristezza, ma anche valenza neutrale collegato a intelligenza e solidità. Lo si sceglie per definire una distanza ed un non coinvolgimento.

Vedi Anche

Drunkorexia: sintomi e conseguenze

La drunkorexia sembra essere la malattia del nuovo secolo, termine coniato nel 2008 dai media popolari ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *