Home / Attualità / La disforia non è più considerata un disordine mentale
disforia
disforia

La disforia non è più considerata un disordine mentale

La disforia non è più considerata un disordine mentale

Secondo quanto stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ormai, la disforia di genere (vale a dire il malessere avvertito da un soggetto che non si riconosce nel sesso di appartenenza per nascita) non fa più parte della categoria dei disordini comportamentali e mentali. In particolare, essa verrà vista come un disturbo della salute sessuale del soggetto.

Disforia di genere: perchè non è più una malattia secondo l’OMS
All’interno del nuovo manuale diagnostico dell’Organizzazione mondiale della sanità non sarà più possibile leggere l’espressione disforia di genere. Quest’ultima, infatti, non è più considerata come un disordine mentale: ciò è stato confermato dal voto della settantaduesima World Health Assemmbly. Nello specifico, il nuovo manuale verrà utilizzato dagli Stati Membri a partire dall’anno 2022. Tuttavia, quest’ultimi dovranno impegnarsi a rendere più facilmente accessibili le procedure amministrative finalizzate al riconoscimento dei soggetti transgender: si tratterà, però, di un aspetto che dovrà rimanere nettamente separato da quello sanitario. Si capirà bene come una previsione del genere avrà riscontri sul piano economico dal momento che eventuali interventi medici richiesti (ad esempio, cure ormonali) dovranno essere, possibilmente, passati dalla mutua.

About Francesco Russo

Mi chiamo Francesco Russo, nato a Benevento e residente a Roccabascerana (AV). Amo viaggiare, il trekking, healthy food e la cucina casareccia, strimpello il basso elettrico e nel weekend sono in pista come Marshall. Ho conseguito la Laurea Triennale in Ing. Civile e Ambientale. Ho iniziato ad interessarmi al mondo del Web Marketing e per trasformare questa passione in lavoro ho conseguito presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli il Master in e-Commerce Management. Mi occupo dello sviluppo di e-Commerce, Siti vetrina, Social e Blog, secondo le necessità dei clienti, cerco di interpretare al meglio quella che oggi chiamiamo SEO. Sono una persona di buona volontà, ma non uno specialista Francesco

Vedi Anche

DIPENDENZA AFFETTIVA COME RICONOSCERLA

Dipendenza affettiva come riconoscerla?

Spesso non ci rendiamo conto di essere affette da dipendenza affettiva, ma ne siamo coinvolti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *