Home / Attualità / Mindfulness: come aiutare il bambino e gli stati d’ansia
Mindfulness: come aiutare il bambino e gli stati d'ansia

Mindfulness: come aiutare il bambino e gli stati d’ansia

L’ansia in un bambino è altamente stressante, ma può diventare ancor più fonte di stress per la sua famiglia.

L’ansia, può diventare debilitante per i bambini: più spesso di quanto si possa pensare, i nostri figli trascorrono infinite quantità di tempo a fissarsi su argomenti come i voti, problemi familiari, relazioni con coetanei o prestazioni sportive. Ma altresì, anche a ipotetiche catastrofi che potrebbero avvenire o pericoli, che nella realtà oggettiva non esistono.

Comprendere i diversi tipi di ansia dei nostri figli, e le diverse opzioni terapeutiche per bambini e adolescenti è davvero importante. Nel corso degli ultimi 5-10 anni, la pratica della Mindfulness (o “consapevolezza”) ha ricevuto un’attenzione significativa e ha ottenuto il riconoscimento come mezzo efficace per trattare e gestire l’ansia infantile.

Ci sono diversi studi recenti e ricerche in ambito scientifico Americano, che ne comprovano l’efficacia.

Mindfulness e ansia: come funziona?

La “Mindfulness” è definita come la capacità di prestare attenzione al momento presente, con gentilezza e curiosità e senza giudizio. L’obiettivo della Mindfulness è attirare intenzionalmente la consapevolezza su pensieri, sentimenti o sensazioni che avvengono di momento in momento. Con la consapevolezza, i bambini iniziano a prestare attenzione al qui e ora, il che consente loro di prendere le distanze da ciò che li sconvolge.

E i benefici della pratica della consapevolezza sono significativi! Ecco alcuni dei numerosi vantaggi dell’utilizzo della consapevolezza con i bambini accusano stati d’ansia:

  • Aiuta a riportare l’attenzione sul presente, lontano dalle preoccupazioni sul futuro
  • Riduce drasticamente lo stress
  • Rompe il ciclo della preoccupazione, in cui una paura si nutre di un altra fino a quando non diventa una vera e propria ansia o addirittura un attacco di panico
  • Insegna ai bambini a identificare ed accettare le emozioni, piuttosto che sentirsi consumate da loro
  • Permette ai bambini di praticare la consapevolezza e l’accettazione senza giudizio

Come incorporare la Mindfulness nella vita quotidiana

Incorporare la mindfulness nella tua vita familiare e nella quotidianità, può essere abbastanza semplice. I genitori non hanno bisogno di precedenti esperienze per iniziare a usare la consapevolezza con i bambini. Inizia presentando a tuo figlio la pratica e spiegandogli come la userai. Puoi prenderla come un gioco, dirgli che il Mindfulness può durare fino a 3 minuti o a un ora. Ci sono diversi modi e diversi argomenti.

Dopo aver discusso della mindfulness con tuo figlio, elabora un piano su come utilizzarlo. Puoi offrire alcune scelte riguardanti la durata della loro prima sessione o l’argomento. Consentendo a tuo figlio di scegliere e aiutare a elaborare la tua prima sessione, aumenti la loro voglia e volontà per partecipare alla pratica. Più costantemente e frequentemente vi allenate e, meglio è. Esercitandoti ogni giorno alla stessa ora, assicuri coerenza e aumenti l’efficacia.

About Silvia

Mi chiamo Silvia Terracciano, sono nata a Milano ed adottiva del Piemonte. Copywriter e Blogger. Nel 2008 ho conseguito il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. (per Contatti : sylviaterracciano[@]gmail.com )

Vedi Anche

Come agisce la forza di volontà sulle relazioni sentimentali

Un nuovo studio ha dimostrato che la propria forza di volontà può agire in modo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *