Home / Attualità / Mindfulness: come aiutare il bambino e gli stati d’ansia
Mindfulness: come aiutare il bambino e gli stati d'ansia

Mindfulness: come aiutare il bambino e gli stati d’ansia

L’ansia in un bambino è altamente stressante, ma può diventare ancor più fonte di stress per la sua famiglia.

L’ansia, può diventare debilitante per i bambini: più spesso di quanto si possa pensare, i nostri figli trascorrono infinite quantità di tempo a fissarsi su argomenti come i voti, problemi familiari, relazioni con coetanei o prestazioni sportive. Ma altresì, anche a ipotetiche catastrofi che potrebbero avvenire o pericoli, che nella realtà oggettiva non esistono.

Comprendere i diversi tipi di ansia dei nostri figli, e le diverse opzioni terapeutiche per bambini e adolescenti è davvero importante. Nel corso degli ultimi 5-10 anni, la pratica della Mindfulness (o “consapevolezza”) ha ricevuto un’attenzione significativa e ha ottenuto il riconoscimento come mezzo efficace per trattare e gestire l’ansia infantile.

Ci sono diversi studi recenti e ricerche in ambito scientifico Americano, che ne comprovano l’efficacia.

Mindfulness e ansia: come funziona?

La “Mindfulness” è definita come la capacità di prestare attenzione al momento presente, con gentilezza e curiosità e senza giudizio. L’obiettivo della Mindfulness è attirare intenzionalmente la consapevolezza su pensieri, sentimenti o sensazioni che avvengono di momento in momento. Con la consapevolezza, i bambini iniziano a prestare attenzione al qui e ora, il che consente loro di prendere le distanze da ciò che li sconvolge.

E i benefici della pratica della consapevolezza sono significativi! Ecco alcuni dei numerosi vantaggi dell’utilizzo della consapevolezza con i bambini accusano stati d’ansia:

  • Aiuta a riportare l’attenzione sul presente, lontano dalle preoccupazioni sul futuro
  • Riduce drasticamente lo stress
  • Rompe il ciclo della preoccupazione, in cui una paura si nutre di un altra fino a quando non diventa una vera e propria ansia o addirittura un attacco di panico
  • Insegna ai bambini a identificare ed accettare le emozioni, piuttosto che sentirsi consumate da loro
  • Permette ai bambini di praticare la consapevolezza e l’accettazione senza giudizio

Come incorporare la Mindfulness nella vita quotidiana

Incorporare la mindfulness nella tua vita familiare e nella quotidianità, può essere abbastanza semplice. I genitori non hanno bisogno di precedenti esperienze per iniziare a usare la consapevolezza con i bambini. Inizia presentando a tuo figlio la pratica e spiegandogli come la userai. Puoi prenderla come un gioco, dirgli che il Mindfulness può durare fino a 3 minuti o a un ora. Ci sono diversi modi e diversi argomenti.

Dopo aver discusso della mindfulness con tuo figlio, elabora un piano su come utilizzarlo. Puoi offrire alcune scelte riguardanti la durata della loro prima sessione o l’argomento. Consentendo a tuo figlio di scegliere e aiutare a elaborare la tua prima sessione, aumenti la loro voglia e volontà per partecipare alla pratica. Più costantemente e frequentemente vi allenate e, meglio è. Esercitandoti ogni giorno alla stessa ora, assicuri coerenza e aumenti l’efficacia.

About Silvia

Mi chiamo Silvia Terracciano, sono nata a Milano ed adottiva del Piemonte. Copywriter e Blogger. Nel 2008 ho conseguito il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. (per Contatti : sylviaterracciano[@]gmail.com )

Vedi Anche

limone-carcinoma seno

Limoni per riconoscere il cancro al seno

Il cancro al seno è purtroppo una malattia che colpisce sempre più donne soprattutto nell’età ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *