Home / Attualità / Sesso, l’intelligenza artificiale ci renderà tutti più narcisisti?

Sesso, l’intelligenza artificiale ci renderà tutti più narcisisti?

I partner sessuali alimentati dall’intelligenza artificiale, come i chatbot e gli avatar, possono soddisfare i nostri bisogni senza le esigenze di rapporto di un partner umano. Ma che effetti ci saranno da questa riduzione delle opportunità di crescita personale? E come influenzeranno il nostro livello di narcisismo?

Il cambiamento è evidentemente affascinante: ci stiamo infatti avvicinando a un momento in cui non dovremo più dipendere dai nostri simili per soddisfare i nostri bisogni di intimità. In molti modi, gli esseri umani possono essere sostituiti (o quasi, è evidentemente una provocazione per tanti aspetti) da “amanti dell’intelligenza artificiale”, tra cui chatbot, avatar, cam girl e robot sessuali.

Ad esempio, la tecnologia si sta talmente evolvendo in modo rapido al punto che le foto dell’IA sembrano spesso più umane e più affidabili delle foto di esseri umani reali. Uno studio ha persino scoperto che quando chatbot e umani giocavano insieme ai videogiochi, i chatbot erano più gentili con gli umani di quanto non lo fossero i partecipanti umani tra loro  e che il porno generato attraverso la realtà virtuale è costantemente giudicato “più eccitante” rispetto alla “vecchia” alternativa.

Inoltre, i moderni sex toys, sviluppati per tutti i tipi di genitali, possono creare una stimolazione maggiore di quella che può fornire la maggior parte dei partner umani. Le immagini create in tutti i formati possono essere generate a un livello di perfezione fisica che gli esseri umani difficilmente possono raggiungere, anche con una chirurgia plastica illimitata. Come se non bastasse, i partner sessuali virtuali offrono opzioni sessuali molto più creative di quelle che il tipico partner umano è disposto o in grado di mettere in atto e, inoltre, anche se la maggior parte di noi preferisce per fortuna un partner umano alla varietà artificiale, ci sono inevitabili aspetti negativi degli amanti umani che non riguardano la varietà di IA.

Per esempio, gli esseri umani possono essere scontrosi, fare commenti offensivi e non avere semplicemente voglia di abbracciare le nostre attitudini sessuali. Evidentemente, nessuno di questi problemi interferisce con le prestazioni sessuali o l’entusiasmo di un amante artificiale e, di conseguenza, sembra probabile che, proprio come gli amanti umani, per molti versi gli amanti virtuali saranno insostituibili… almeno a modo loro.

Ci si può dunque domandare in che modo l’aggiunta dell’IA alle camere da letto delle persone umane finirà con l’influenzare il proprio senso di umanità e, in particolare, quella che sembra essere la tendenza culturale al narcisismo. Poiché i partner romantici narcisisti si preoccupano più dei propri bisogni sessuali che di quelli del partner, sembra possibile che i partner di IA non facciano altro che promuovere questo modo di relazionarsi.

Non a caso, alcuni ricercatori hanno notato che i giovani adulti cercano l’educazione sessuale dai sex tech in misura sempre più crescente. Come si svilupperà questa combinazione di connessioni umane su Internet e relazioni romantiche con gli amanti dell’intelligenza artificiale lo dirà solo il tempo…

About Roberto Rossi

Mi chiamo Roberto Rais, Giornalista pubblicista, da diversi anni  specializzato in tematiche legate alla psicologia, alla motivazione e al wellness psico-fisico. Collaboro con alcuni magazine online di settore, prestando la mia consulenza editoriale anche ad agenzie di stampa e siti web"

Vedi Anche

Come Inside Out 2 spiega bene i sentimenti degli adolescenti

La rappresentazione dell’adolescenza nel cinema è sempre stata una sfida ardua. Questa fase della vita ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *