Home / Attualità / Sette consigli per favorire la tranquillità mentale
quiete mentale

Sette consigli per favorire la tranquillità mentale

Ecco come placare le paranoie sconfiggendo ansia e depressione.

Lo stato di quiete mentale è caratterizzato dalla riduzione di quei comportamenti che scatenano paranoie e atteggiamenti che possono incidere negativamente sulla vita dell’uomo.

Meditare su questo concetto può favorire la calma e innescare delle reazioni positive, le quali formeranno un’identità sociale ed una personalità individuale ben affermate, sconfiggendo e allontanando ogni forma di ansia e depressione.

Come comportarsi per favorire lo stato di quiete mentale?

Raggiungere il perfetto stato di quiete mentale è molto difficile e, a detta di molte persone che ci hanno provato, addirittura impossibile.

Ecco però qualche consiglio che potrebbe aiutarti ad intraprendere questo percorso:

  • Non essere troppo duro con te stesso: concentrati sulle cose semplici e non importi traguardi troppo difficili da raggiungere. Si tratta di un processo e come tale va intrapreso con costanza. Strafare infatti, potrebbe risultare controproducente e potresti ottenere l’esatto contrario di quello che stai cercando di raggiungere;
  • Rilassa il corpo e la mente: non puoi pensare di godere di quiete mentale se il tuo corpo non è rilassato e viceversa. Noi siamo sia mente che corpo e come tale dobbiamo trovare il perfetto equilibrio tra queste due metà. Puoi raggiungere questo obiettivo praticando esercizi di stretching ma anche ricorrendo alla meditazione, allo yoga oppure rilassando i muscoli;
  • Riconoscere uno stato mentale positivo: anche se raramente, avrai sicuramente potuto sperimentare in prima persona il potere della quiete mentale. Ti sarà capitato infatti, anche se solo per un breve periodo, di non avere problemi o pensieri negativi. Quello è lo stato mentale che devi raggiungere, cercando di appellarti a tutte quelle condizioni che ti fanno stare bene.
  • Concentra la tua attenzione su qualcosa che ti riesca a calmare: se sei agitato e i pensieri negativi cominciano a fare capolino nella tua vita, pensa a qualcosa in grado di rilassarti come distese di acqua o lo spazio;
  • Sii paziente: si tratta di un processo lungo e bisogna impegnarsi a fondo per osservare dei benefici concreti;
  • Non mirare alla perfezione: non è possibile raggiungere la perfezione in questo percorso, ma ci si può avvicinare accettando la presenza di piccoli fallimenti da cui trarre insegnamento.
  • Inizia il percorso in punta di piedi: non avere fretta ma goditi ogni fase del percorso con tranquillità.

Conclusioni

Quando avrai finalmente raggiunto lo stato di quiete mentale, saranno davvero molti i vantaggi che potrai sperimentare.

Ovviamente con la pratica sarà molto più facile raggiungere certi obiettivi e più volte potresti dover impostare un nuovo percorso, poiché non sempre i primi tentativi si riveleranno essere quelli giusti.

Cerca comunque di trarre insegnamento da ogni esperienza, identificando il metodo per beneficiare di questa favolosa sensazione.

Ti consigliamo inoltre di non focalizzarti troppo su alcuni aspetti, ma di mantenere la mente aperta e lasciarti trasportare da tutto ciò che potrebbe farti sentire bene nonostante le difficoltà.

Se riuscirai a percorrere con costanza questo cammino potrai vantare un nuovo stile di vita incentrato sulla calma e sulla positività, trovando il lato positivo anche laddove potrebbe non esserci.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

Matrimonio, divorzio e social media: come comportarsi per tutelare se stessi

Diverse ricerche hanno evidenziato come i social network possono avere un influsso negativo sul matrimonio. ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *