Home / Attualità / Trascorrere più tempo coi bambini contribuisce a renderli più intelligenti

Trascorrere più tempo coi bambini contribuisce a renderli più intelligenti

I bambini che possono beneficiare della presenza dei genitori hanno dei risultati migliori sia in termini scolastici che per quanto riguarda le relazioni sociali con i coetanei e le altre persone.

Se si trascorre più tempo con i propri bambini, le possibilità che questi ricevano più stimoli e possano godere di risorse in grado di stimolare la loro intelligenza aumentano inesorabilmente.

È importante che il tempo trascorso con i più piccoli sia di ottima qualità più che di quantità, in quanto in questo modo si ha la possibilità di fornire loro i giusti mezzi per affrontare la vita di tutti i giorni, riuscendo inoltre a delineare le basi del loro futuro, permettendo loro di acquisire quelli che saranno gli elementi principali per la loro esistenza.

Perché è importante passare del tempo con i propri bambini?

Anche se la genetica è importante, in quanto essa fornisce le chiavi per lo sviluppo dell’individuo, anche i fattori esterni e l’ambiente concorrono a determinare quella che sarà la personalità del bambino.

Allo stesso modo, quando un bimbo riesce a godere della presenza di una persona importante i vantaggi si percepiranno sotto ogni punto di vista, in quanto le figure genitoriali possono contribuire al raggiungimento del successo da parte dei figli, dimostrando così che la genetica non è l’unico fattore importante per stabilire l’intelligenza del bambino.

Tutto ciò deriva dalle scelte che fanno i genitori e dal tempo che essi sono in grado di offrire al proprio bambino.

Gli studi in campo scientifico

Diversi studi sono stati svolti per dimostrare queste ipotesi e diverse conclusioni sono emerse in seguito a delle sperimentazioni che hanno preso in esame diversi bambini.

La maggior parte dei bambini esaminati aveva perso un genitore prima di aver compiuto la maggiore età, oppure molti altri avevano visto i propri genitori divorziare e dividersi senza nemmeno conoscerne i motivi.

Questa situazione è stata paragonata al momento durante il quale si svolge un test di ammissione per il college.

I risultati emersi hanno dimostrato che i bambini che avevano perso un genitore avevano delle grandi discrepanze sotto il profilo accademico, in quanto spesso questo evento si era abbattuto a ciel sereno sulla vita dei più piccoli, che quindi hanno dovuto adattarsi a vivere la loro esistenza senza la presenza di una figura fondamentale.

Nello specifico, i bambini che hanno perso le mamme non riuscivano a raggiungere il potenziale accademico, in quanto è proprio questa figura a trascorrere la maggior parte del tempo col bambino e quindi viene a mancare un grande pilastro per quanto riguarda il settore dell’istruzione.

Altri studi hanno invece dimostrato che i bambini che trascorrevano il loro tempo con genitori altamente istruiti hanno ottenuto grandi successi scolastici, in quanto ricevevano degli stimoli che permettevano loro di affermarsi sul piano accademico seguendo le orme dei propri genitori.

Conclusioni

La scuola è molto importante per la vita di ognuno di noi, poiché è proprio grazie a questa istituzione che sarà possibile entrare in possesso delle basi che ci permetteranno di essere degli adulti consapevoli in un futuro prossimo.

Allo stesso modo però, non è l’unico ambito in cui un genitore deve garantire la sua presenza, in quanto è bene che esso provveda alle relazioni sociali del figlio.  

Contribuendo in maniera drastica all’affermazione dello stesso e offrendogli tutti i mezzi che gli consentiranno di raggiungere il pieno sviluppo cognitivo e l’affermazione della propria persona.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

Bere molti caffè aumenta il rischio di demenza

È un’abitudine gradita a milioni di italiani ma… siamo sicuri che per il nostro cervello ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *