Home / Attualità / 10 miti da sfatare sul matrimonio

10 miti da sfatare sul matrimonio

Non sempre il matrimonio riesce a soddisfare le aspettative che ognuno di noi si fa prima di compiere questo grande passo

Questo succede si tende ad idealizzare una fiaba, che non prende in considerazione alcun tipo di aspetto negativo.

Essere uniti in matrimonio infatti, non vuol dire vivere una vita all’insegna di allegria e spensieratezza, ma può voler dire affrontare insieme difficoltà e situazioni delicate.

Scopriamo insieme i dieci miti sul matrimonio che risulta fondamentale sdoganare.

Non sentirti mai rifiutato

Ogni individuo ha delle esigenze personali e vive i diversi momenti in base a ciò che gli accade durante la sua giornata. Anche se ogni tanto ciò comporterà nervosismo e non sempre si avrà la sensazione di essere accettati dall’altra persona, è bene non farsi sovrastare da queste sensazioni e capire quali comportamenti adottare per migliorare la situazione. 

Quando ti sposerai amerai il tuo partner in ogni momento

Questa dichiarazione è proprio un mito, in quanto non sempre sarà possibile tollerare la presenza del partner e condividere con lui ogni parere.

Nella quasi totalità dei casi si verificheranno dei momenti in cui entrambi non vi sentirete emotivamente compatibili e quindi sarà fondamentale lavorare su queste mancanze per ritrovare la mancata complicità.

È necessario condividere con il proprio partner gli stessi interessi

Anche questo è solamente un mito, in quanto sposare una persona non vuol dire rinunciare ai propri hobby e alle proprie passioni per assecondare i suoi interessi. È indicato invece trovare dei compromessi che permettano di condividere con il partner aspetti importanti della quotidianità e mostrare disponibilità verso gli interessi altrui.

Non litigare

In ogni tipo di relazione il conflitto è inevitabile, in quanto prima o poi le cose possono essere viste in maniera diversa e, anche se si parte con le migliori intenzioni, nessuna delle due parti vuole cedere.

Anche in questo caso non bisogna sforzarsi per compiacere il partner, ma è più indicato a trovare dei compromessi che permettano di raggiungere un punto di accordo fra le due parti.

Affrontare le cose in maniera graduale

Non tutte le relazioni partono allo stesso modo e, proprio per questo motivo, non bisogna pretendere gli stessi comportamenti da persone diverse. 

In alcuni casi infatti, l’intimità può essere raggiunta solo dopo aver condiviso momenti realmente importanti, mentre in altre contesti si tratterà di situazioni spontanee che avvengono senza alcun tipo di preavviso.

Se manca il sesso il matrimonio è finto

Anche questa dichiarazione è completamente falsa, in quanto in una coppia esistono dei momenti di alti e bassi anche per quanto riguarda il sesso.

Anche se si tratta di un elemento basilare, non è la quantità del sesso a determinare l’importanza della coppia, poiché si può essere vicini al proprio compagno anche dal punto di vista emotivo, offrendogli il supporto di cui necessita in ogni momento della giornata

Fare terapia di coppia significa ammettere di avere problemi gravi

Non è vero che chi si rivolge alla terapia di coppia deve essere vittima di una situazione ingestibile, in quanto nella maggior parte dei casi, ci si affida ad un professionista laddove non si riesca a trovare un punto d’accordo con il proprio compagno.

Ciò però non significa che la situazione sia compromessa, in quanto ci si può rivolgere ad un supporto esterno anche per migliorare l’ambito comunicativo.

Se ci si sposa bisogna stare sempre insieme

Questo concetto è sbagliato, in quanto all’interno di una coppia è fondamentale che ognuna delle due parti possa ritagliarsi dei momenti da dedicare ad interessi personali, che non per forza devono svolgersi in presenza dell’altra persona.

Se una persona si sente obbligata a fare qualcosa che non ama, questo potrebbe influenzare la qualità del rapporto e quindi si finirebbe per accontentare la propria metà senza un reale interesse nei suoi confronti.

Concentrarsi su materie quali politica e religione

Essere sposati non vuol dire avere le stesse ideologie su tematiche come la politica e le religione.

Anche se pensarla diversamente potrà accendere diversi dissapori, ciò non implica che una delle due parti debba per forza adeguarsi al pensiero dell’altro.

È fondamentale infatti, mantenere una propria opinione e comportarsi di conseguenza.

Se una cosa va male non può migliorare

Questo è l’ultimo mito che intendiamo smentire, in quanto non è vero che se in un matrimonio esistono dei problemi non si può fare nulla per risolverli.

Se alla base del matrimonio è presente dell’amore ed entrambi i coniugi desiderano risolvere i loro problemi nulla sarà impossibile, in quanto la volontà è l’unico strumento indispensabile per porre fine ad ogni tipo di incomprensione.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

La tua relazione ti blocca? È ora di lasciarla andare

Ecco come rimaniamo bloccati in relazioni stagnanti che non ci permettono di esprimere la nostra ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *