Home / Attualità / 4 motivi per cui ogni tanto bisogna concedere una seconda opportunità

4 motivi per cui ogni tanto bisogna concedere una seconda opportunità

Quando sei stato ferito, tradito o deluso da qualcuno a cui tieni, concedere un’ulteriore opportunità può sembrare un’ardua decisione. Nonostante ciò, il perdono è radicato come un valore imprescindibile nel tessuto delle relazioni umane. Escludere qualcuno dalla propria vita a causa di una delusione, che sia un famoso sportivo, un leader politico o il tuo più caro amico, appare in contrasto con questo valore.

Cosa evidenziano le ricerche psicologiche

Sebbene ci venga spesso inculcato il concetto di perdono e l’importanza di dare una seconda possibilità, non tutti sembrano predisposti ad agire di conseguenza. Recenti ricerche condotte dalla psicologa Katja Hanke dell’Università di Brema e da Christin-Melanie Vauclar dell’Università di Lisbona hanno svelato interessanti variazioni culturali riguardo alla propensione al perdono, analizzando le risposte di circa 42.000 partecipanti provenienti da 30 nazioni diverse.

Come evidenziato dalle ricercatrici, siamo inclini a pensare al perdono principalmente in termini interpersonali. Ad esempio, se qualcuno ti calpesta accidentalmente il piede, ti scusi sinceramente e tu accetti le sue scuse, mettendo da parte qualsiasi rancore. Tuttavia, il perdono ha anche un’ampia risonanza a livello intergruppo, rivelandosi cruciale per interrompere cicli di vendette in società che emergono da conflitti bellici.

In un’analisi che ha preso in considerazione 168 studi separati, le ricerche di Hanke e Vauclar hanno dimostrato che, in generale, il perdono si piazza all’ottavo posto tra i valori più importanti, superando altri come l’immaginazione, ma rimanendo dietro a pilastri come l’onestà e l’amore.

Emerge quindi una domanda: quali fattori determinano l’importanza attribuita al perdono in diverse culture? Le autrici suggeriscono che nazioni con una maggiore stabilità e sicurezza tendono a valorizzare di più il perdono, proponendo una sorta di analogia con la gerarchia dei bisogni di Maslow. Nei paesi in cui il senso di sicurezza è compromesso a causa di conflitti persistenti, valori legati alla protezione potrebbero avere la precedenza sul perdono.

Sorprendentemente, però, l’analisi dimostra che esiste una correlazione positiva tra il livello di benessere delle persone e l’importanza che attribuiscono al perdono. Sembrerebbe che il perdono non solo contribuisca alla felicità e alla stabilità sociale, ma possa anche essere influenzato da esse.

4 motivi per perdonare

Dopo aver approfondito l’importanza e la portata del perdono nelle nostre vite e nella società, esploriamo più dettagliatamente le ragioni per cui potresti voler dare a qualcuno un’opportunità di redenzione:

1. Il benessere soggettivo come risultato del perdono: Il potere di perdonare può avere un profondo impatto positivo sul tuo stato d’animo. Molti studi, comprese ricerche transnazionali, hanno evidenziato il legame tra il perdono e il rafforzamento del benessere emotivo. Perdonando, potresti scoprire una sensazione di liberazione e un miglioramento nel tuo benessere generale.

2. La plasticità della personalità e il potenziale di crescita: Una cosa fondamentale da ricordare è che gli esseri umani sono in costante evoluzione. La personalità, le credenze e i comportamenti delle persone non sono statici. In effetti, gli individui hanno la capacità di riflettere, imparare dai propri errori e fare scelte migliori in futuro. Quando offri una seconda opportunità a qualcuno, crei uno spazio in cui possono manifestare questo cambiamento, permettendoti allo stesso tempo di testimoniare e valorizzare la loro crescita personale.

3. Praticità ed efficienza emotiva: Ogni relazione, sia essa personale o professionale, richiede un investimento emotivo. Sebbene possa essere tentatore cercare nuove alternative quando qualcuno ci delude, talvolta può risultare molto più efficace e meno dispendioso, sia a livello emotivo che pratico, offrire una seconda possibilità. Piuttosto che navigare nella complessità di instaurare nuove relazioni o ricercare nuove soluzioni, dare un’altra chance può spesso portare a risultati più fruttuosi.

4. Il principio della reciprocità: Immagina di essere dall’altra parte. Se tu fossi quello che ha commesso un errore, non vorresti che ti venisse data una seconda possibilità per rettificare? Quando estendi l’opportunità del perdono e della riconciliazione ad altri, non solo agisci con empatia e compassione, ma anche semini la speranza che, quando ti troverai in una posizione vulnerabile, ci sarà qualcuno disposto a fare lo stesso per te.

In conclusione, esprimere perdono e concedere una seconda opportunità non solo ha potenziali benefici per chi lo riceve, ma può anche arricchire la nostra vita, migliorare la nostra salute emotiva e rafforzare le nostre relazioni. La prossima volta che ti trovi di fronte alla decisione di perdonare, ricorda i potenziali benefici che possono scaturire da questo nobile gesto.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

Lo stress è contagioso?

Provate a pensarci: quando osservate una persona stressata, a volte iniziate a sentirvi stressati anche ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *