Home / Psicologia / Amaxofobia, ovvero come superare la paura di guidare
cosa accade se soffriamo di amaxofobia?

Amaxofobia, ovvero come superare la paura di guidare

Una paura che pochi conoscono ma che in realtà colpisce circa il 33% degli esseri umani, si tratta dell’amaxofobia. Tu sai cos’è? In poche parole si tratta della paura di guidare!

Tanta attesa per prendere la patente e poi lasciarla in un cassetto.

Questo è ciò che accade alla maggior parte delle persone che soffrono di amaxofobia;  tuttavia possiamo far rientrare questa patologia in una categoria ancora più vasta, quella dell’agorafobia, ovvero la paura degli spazi aperti, dei luoghi troppo affollati.

Amaxofobia, i sintomi evidenti

Ma cosa accade a chi soffre di amaxofobia? Il soggetto colpito da questa fobia, ha paura di mettersi al volante e di guidare un veicolo, perché in realtà teme di perdere il controllo della situazione.

La persona prova dunque sentimenti di ansia, tachicardia, respiro in affanno, vertigini; insomma una serie di conseguenze fisiche e psicologiche, che gli procurano un vero e proprio malessere. Normalmente il soggetto si innervosisce e fugge da una situazione per lui insostenibile, in sintesi abbandona l’idea di guidare.

Da dove nasce il disturbo

Di solito questo disturbo nasce dopo aver assistito o essere stato protagonista di un incidente d’auto. La paura di rivivere la stessa situazione, crea un blocco emotivo e fisico nella persona, provocando un forte stato d’angoscia.

Altre motivazione che generano l’amaxofobia possono essere i fenomeni atmosferici, quali pioggia, nebbia, neve, ma anche la responsabilità di trasportare altre persone, quali bambini, mettono il guidatore in un forte stato di agitazione e di ansia, tale che lo stesso non riesce nemmeno a mettersi al volante.

Come affrontare il disturbo

L’approccio utilizzato per affrontare il disturbo è la strategia multipla, ovvero per prima cosa aiutare la persona a cambiare idea in merito alle diverse minacce che la stessa avverte dalla strada: quali traffico, condizioni metereologiche, probabili incidenti.

Poi successivamente si lavora sulle abilità di guida, in modo tale che le persone si sentano più sicure e competenti.

L’obiettivo finale è quello di aiutare la persona che soffre di amaxofobia ad assumere maggiore consapevolezza delle proprie capacità e di esporsi in maniera graduale alla guida.

 

Vedi Anche

Persona invidiosa: 5 “indizi” che permettono di riconoscerla

Tutti noi abbiamo avuto, e abbiamo, a che fare con una persona che prova invidia verso ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *