Home / Psicologia / Ammettere i propri errori: 5 consigli per farlo a testa alta

Ammettere i propri errori: 5 consigli per farlo a testa alta

A tutti, nella vita, succede di sbagliare. E quando sbagliamo possiamo fare due cose: nascondere l’errore, sperando che nessuno se ne accorga, oppure ammettere i nostri errori e chiedere scusa a chi, eventualmente, abbiamo danneggiato.

Certo, ammettere i propri sbagli è tutt’altro che semplice, ma a volte è necessario e, nonostante la paura delle conseguenze, alla fine le conseguenze reali non sono poi così gravi: in questo articolo cinque consigli che possono aiutare ad affrontare una situazione complessa come l’ammissione delle nostre colpe.

1. Noi non siamo i nostri errori

Spesso pensiamo che dai nostri errori possa dipendere un calo generale di reputazione.

In realtà gli altri non ci giudicano per il cingolo errore, ma ci giudicano nell’insieme; insomma, è molto più alta la nostra paura di ciò che gli altri pensano di noi che non il “male” che ci attribuiscono per aver fatto quell’errore.

PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio Guiggi

Autore: Redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)" ( per Contatti : valerioguiggi[@]gmail.com )

Vedi Anche

I 7 errori della memoria che condizionano la nostra vita

Se cerchiamo di ricordare qualcosa che ci è successo in passato, noteremo che non riusciamo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *