Home / Attualità / Come identificare il disturbo psicopatologico in età precoce

Come identificare il disturbo psicopatologico in età precoce

Il disturbo psicopatologico può essere riscontrato anche in età precoce, uno strumento per l’identificazione della diagnosi in modo primario e l’identificazione della comorbilità è utile per la comprensione come la K-SADS-PL DSM-5.

La K-SADS-PL DSM-5 è un’intervista che è stata sviluppata da Birmaher, Brent, Rao, Kauffman e Ryan nel 1997, che permette di valutare i disturbi psicopatologici nei bambini oppure negli adolescenti secondo specifici criteri. Questa intervista tiene in considerazione le edizioni precedenti e anche l’introduzione dei disturbi nell’età evolutiva, come il disturbo dello spettro autistico e quello di disregolazione dell’umore.

Questo è uno strumento utile per comprendere l’evoluzione del disturbo psicopatologico che è stato riscontrato in età precoce. Questo test dev’essere effettuato da un operatore esperto, che possa assumere dunque, un atteggiamento neutrale. Tuttavia la somministrazione di questo test non è sufficiente per una valutazione psicologica e diagnostica e risulta necessaria dunque un’integrazione per ottenere una valutazione completa e definita.

Come funziona l’intervista K-SADS-PL DSM-5

L’intervista K-SADS-PL DSM-5 prevede che si proceda innanzi tutto con un’intervista di tipo diagnostico che prevede alcuni step specifici come:

  • Compilazione scala trasversale di una valutazione dei sintomi per bambini e genitori
  • Intervista introduttiva non strutturata e di screening
  • Checklist per somministrare i supplementi
  • Approfondimento di supplementi di tipo diagnostico
  • Compilazione della checklist complessiva della storia del paziente

L’ultimo step si tratta d’un modello da compilare all’interno di supplementi del relativo manuale, utile al fine di registrare le informazioni diagnostiche e quelle salienti che sono relative a tutta la vita del paziente. Questa prevede anche una sessione di follow-up della checklist ideale per avere informazioni utili sul decorso della patologia.

Il test è valido ai fini della diagnosi?

Il test K-SADS-PL DSM-5 è un tipo d’intervista psichiatrica per l’età evolutiva molto utilizzata nella ricerca sulle popolazioni cliniche. Di fatto è possibile trovare diversi studi che l’includono come valida e non solo, la utilizzano. Questa è tradotta in varie lingue tre le quali risulta esserci anche l’italiano, oltre che spagnolo, francese, cinese e portoghese. Il test è stato dimostrato con una validità diagnostica al fine di differenziare le popolazioni cliniche nel differenziare le varie diagnosi dei campioni clinici. In ogni caso, la validità della diagnosi è stata dimostrata in diversi paesi. Ma nonostante ciò dopo il test è necessario continuare la valutazione del bambino o dell’adolescente che vi è sottoposto.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

Fobia sociale: cos’è, come si manifesta e quali i sintomi

L’ansia o fobia sociale è un disturbo che si presenta ogni qual volta ci si ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *