Home / Attualità / Sindrome dell’abbandono: cos’è e quando succede?

Sindrome dell’abbandono: cos’è e quando succede?

La sindrome dell’abbandono è la paura incessante di perdere una persona che si ama e che si prova ansia e angoscia che tutto possa finire all’improvviso e per sempre anche se non ve ne è alcun motivo. Questa sindrome interviene nel momento in cui si hanno dei dubbi nei confronti della propria relazione oppure della sindrome dell’abbandono. Non è una malattia o una patologia grave, ma questa è una fobia che porta ad avere una paura eccessiva di rimanere da soli. Ma vediamo nello specifico così la sindrome d’abbandono e come curarla.

Sindrome dell’abbandono: cos’è?

La sindrome dell’abbandono, come abbiamo accennato, si vive in costante paura di essere lasciati o rifiutati. Nonostante non ci siano dei motivi reali che possano far presagire tutto ciò. Quando sovviene la sindrome dell’abbandono si vive con un’angoscia e preoccupazione incessante. Una preoccupazione continua che è mossa principalmente dalla sfiducia verso gli altri, dalla paura di non essere accettati da nessuno compresi amici, familiari e fidanzati. Se ci si sente sempre in piedi sull’orlo del baratro in modo perenne, se si pensa sempre che chi vi sta al fianco sia pronto a tradirvi. Allora, la sindrome dell’abbandono è sicuramente in atto. Quando si soffre per questa sindrome si pensa e si nutre l’idea che si è destinati a soffrire nel campo della propria vita sentimentale.

Quali sono le cause della sindrome d’abbandono?

Quali sono le principali cause della sindrome d’abbandono? Per comprendere le giuste motivazioni che portano a soffrire questo senso d’abbandono incessante è necessario ricercare la propria infanzia. Questi sono legati ai modelli d’attaccamento, ossia al tipo di relazione che s’instaura con i propri genitori. Se ci si è sentiti molto insicuri da piccoli c’è il rischio di dover volere attenzione, cura, coccole ed essere accuditi con un’incessante attenzione da parte degli altri. Questa sindrome può avvenire anche nei momenti in cui ci si è sentiti rifiutati da piccoli, come ad esempio se si sono verificate alcuni eventi drammatici come abbandono e morte di persone care.

Come riuscire a superare la sindrome dell’abbandono?

Come si può superare la sindrome d’abbandono? Sicuramente la soluzione migliore è un percorso psicoterapeutico. Partendo da qui puoi riconoscere che sei degno d’essere apprezzato, affinché non lo facciano gli altri. La prima persona che deve riconoscere che non bisogna vivere nella paura di essere abbandonati sei tu stesso. Bisogna uscire dal circolo vizioso, essere attenti e onesti, rafforzare il proprio valore. Lavorando attentamente sarà possibile fare amicizia con le proprie paure invece di subirle. Si potranno affrontare e di conseguenza si impererà a guardarsi dentro.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

Fobia sociale: cos’è, come si manifesta e quali i sintomi

L’ansia o fobia sociale è un disturbo che si presenta ogni qual volta ci si ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *