Home / Attualità / Come non crescere bambini egoisti secondo una ricerca

Come non crescere bambini egoisti secondo una ricerca

Una ricerca riportata da Huffington Post USA e tradotta per il magazine italiano, ha evidenziato come secondo una recente ricerca in ambito psicologico: le persone non siano egoiste per carattere o natura.

Il ricercatore dell’Università del Michigan, Felix Warnerken ha voluto prendere in esame dei bambini nel corso della loro vita fino a raggiungere l’età dell’adolescenza (fino ai 17 anni). Questa ricerca ha evidenziato come i piccoli siano in grado di fare gesti altruistici e prendersi cura degli altri.

Questa è una tendenza biologica che hanno tutti i bambini, che fin dai primi anni di vita vogliono aiutare gli altri in modo spontaneo. Non hanno bisogna di essere indotti a farlo dai genitori oppure dagli adulti. Questo studio dunque afferma che la natura umana non sia egoista ma che ci sia un’inclinazione all’altruismo che dev’essere però incoraggiata con la giusta educazione. 

Ma come crescere dei bambini che possano mantenere quell’altruismo innato di quando sono piccoli. Come crescere dei bambini altruisti? Ecco alcune azioni che potrebbero indurre questo sentimento a permanere durante il loro percorso di crescita.

Condividere e conversare in modo significativo

I bambini crescendo sviluppano un’intelligenza emotiva, in quanto sono in grado di comprendere punti di vista ed esperienze vissute dagli altri. I genitori possono incoraggiare ciò attraverso delle conversazioni che siano significative. A qualunque età, una conversazione su un conflitto sociale nella vita è un modo per riuscire a porre il bambino a vedere una storia sotto diversi punti di vista. Ad esempio, facendo comprendere come un altro bambino si possa essere sentito o meno in una determinata situazione per aumentare la sua empatia.

Stimolare l’intelligenza emotiva

Per riuscire ad aiutare i bambini a sviluppare la loro empatia bisogna risaltare l’intelligenza in campo emotivo. Questo è possibile insegnando loro a identificare quali sono i sentimenti e come poterli elaborare. Facendo in modo così che ogni membro della famiglia possa discutere ed esprimere i suoi sentimenti anche durante la vita di tutti i giorni.

Approcciarsi al bambino in base all’età

Non si può avere lo stesso approccio con i bambini che hanno età differenti, in quanto bisogna considerare lo stadio di sviluppo raggiunto dal piccolo. Quindi in età prescolare è necessario sfruttare le idee di condivisione e fargli capire che è un comportamento giusto. Man mano che cresce si possono usare altre situazioni e discussioni per riuscire a far comprendere quale sia un comportamento altruista e quale no.

Dare l’esempio

I bambini imparano da coloro che li circondano e principalmente dai loro genitori. Per questo motivo, per riuscire a rendere i piccoli realmente in grado di diventare persone altruiste da adulte bisogna dargli il buono esempio. I genitori devono essere in grado di dare l’esempio sulla capacità di considerare sempre il bene delle persone che ci circondano.

I libri per i bambini

Infine, i libri per i bambini sono un mezzo ottimale per riuscire a stimolare nei più piccoli altruismo ed empatia. I bambini entrano in connessione con le vicende dei vari protagonisti e le usano per elaborare le esperienze di vita personale e le dimostrazioni empatiche. Usare i libri permette di aiutare il bambino a comprendere meglio ciò che si cerca d’insegnare loro. 

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

I bambini che hanno subito dei traumi diventano più empatici

Vivere un evento traumatico nell’età infantile predice dei livelli più elevati di depressione, aggressività, violenza ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *