Home / Attualità / La terapia del blu per ritrovare il benessere psicofisico

La terapia del blu per ritrovare il benessere psicofisico

Secondo uno studio passeggiare o raggiungere il mare, un lago oppure un fiume fa bene e permette di ritrovare il proprio benessere psicologico e fisico. La terapia del blu, riferita al classico colorito dei luoghi bagnati dall’acqua, ha visto confermata la sua efficacia da uno studio che è stato condotto da parte dell’Istituto di Barcellona per la salute. Lo studio è stato successivamente pubblicato sulla rivista: Environmental Research. 

La terapia del blu: la conferma degli esperti

Lo studio condotto dall’Istituto di Barcellona ha coinvolto un totale di 59 adulti che per un periodo di tre settimane ha fatto delle passeggiate brevi in vari ambienti. Durante la prima settimana hanno passeggiato negli spazi in cui predominava il colore del blu, sulle rive del mare, al lago o sul fiume. Nel corso della seconda settimana hanno percorso le strade della città di Barcellona. Durante l’ultima settimana, invece, sono rimasti a casa per riposare. Durante l’attività i partecipanti alla ricerca sono stati sottoposti a misurazione della frequenza cardiaca e della pressione, oltre che ad un questionario per comprendere l’umore dei partecipanti.

I risultati della ricerca hanno confermato che dopo una passeggiata in spazi dove il blu era il colore predominante, i soggetti hanno riscontrato effetti positivi sia sul loro benessere psicologico sia sull’umore. A livello fisico, i ricercatori hanno denotato una risposta cardiovascolare positiva e migliore rispetto a quella verificata durante la passeggiata in città oppure in casa. 

Effetti positivi anche sulla salute di cuore e circolazione

Lo studio sulla terapia del blu va oltre alle condizioni psicofisiche dei partecipanti. Cristina Vert, infatti, ha parlato anche di un’esposizione continua e duratura negli spazi in cui predomina il colore blu può avere degli effetti positivi anche sulla salute del cuore e della circolazione. Effetti che però bisogna ancora studiare in maniera più approfondita per averne conferma. La terapia del blu, dunque, potrebbe essere un importante aiuto per coloro che soffrono di disturbi dell’umore, specie se si abbina questa ad una buona esposizione solare, positiva per la salute mentale.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

In che modo la fiaba aiuta la crescita secondo la pedagogia steineriana

Quando si parla di pedagogia Waldorf, ci si riferisce alla pedagogia steineriana, ovvero quella promossa ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *