Home / Attualità / Come una relazione può cambiare la nostra personalità?

Come una relazione può cambiare la nostra personalità?

La vita è fatta di cambiamenti, e spesso queste metamorfosi sono strettamente legate alle nostre relazioni. Che si tratti dell’inizio di un nuovo legame d’amore, di un matrimonio o del dolore di una perdita, questi eventi influiscono profondamente sulla nostra esistenza. Ma come si riflettono sulla nostra personalità e soddisfazione nella vita?

I possibili cambiamenti nella nostra personalità

Una recente indagine pubblicata sull‘European Journal of Personality da Bühler et al. (2023) ha gettato nuova luce su questo argomento, suggerendo che le vicende relazionali possano effettivamente portare a cambiamenti significativi nella nostra personalità e nella percezione della nostra felicità.

La personalità viene descritta dagli autori come una vasta trama di pensieri, emozioni e azioni. Benché si ritenga che i tratti della personalità siano generalmente stabili, si osserva che questi possono mutare, specialmente quando si attraversano fasi significative della vita. È intrigante considerare che alcuni individui possano mostrare una maggiore predisposizione al cambiamento rispetto ad altri.

I momenti che segnano la nostra vita

Lo studio in questione ha esaminato sei grandi eventi legati alle relazioni personali. Si tratta di momenti che segnano profondamente la vita di un individuo: iniziare una nuova relazione, sposarsi, diventare genitori, separarsi, divorziare e perdere il partner. Questi eventi sono stati suddivisi in due categorie: quelli che portano un “guadagno” (come iniziare una nuova storia d’amore o la nascita di un figlio) e quelli legati a una “perdita” (come un divorzio o la vedovanza).

Per capire meglio questi legami tra eventi relazionali e cambiamenti di personalità, Bühler e il suo team hanno analizzato 44 studi diversi, coinvolgendo oltre 120.000 partecipanti. Durante la loro indagine, hanno tenuto conto di vari fattori quali età, sesso, cultura e origine etnica dei soggetti.

La scoperta più significativa riguarda l’inizio di una nuova relazione. Questo evento ha mostrato il più grande impatto, portando ad un notevole aumento nella soddisfazione di vita e a una maggiore coscienziosità. Altri risultati rilevanti includono l’associazione tra matrimonio e un aumento della soddisfazione di vita, ma anche una minore apertura a nuove esperienze. Interessante notare che mentre la separazione può portare ad una maggiore soddisfazione di vita, il divorzio tende ad avere l’effetto opposto.

Questi dati suggeriscono che, sebbene gli effetti siano generalmente moderati, gli eventi relazionali hanno un legame con i cambiamenti della personalità. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che questi eventi, essendo spesso a lungo termine, impongono una ridefinizione profonda della personalità. Gli autori del rapporto hanno anche sottolineato che eventi positivi possono avere un impatto maggiore nel breve termine, mentre quelli legati a una perdita potrebbero manifestare effetti più marcati a lungo andare.

Tuttavia, è fondamentale ricordare che ogni individuo è unico. Non tutti reagiscono allo stesso modo di fronte agli eventi della vita. L’analisi di Bühler si basa in gran parte sulle testimonianze personali dei partecipanti, che potrebbero non riflettere necessariamente una verità universale.

In sintesi, le relazioni e gli eventi della vita che esse comportano hanno il potere di plasmare e modellare la nostra personalità e il nostro benessere emotivo. Come ci adattiamo e rispondiamo a questi cambiamenti dipende in ultima analisi dalla nostra resilienza, comprensione e capacità di crescere attraverso le esperienze.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

Perché è importante avere uno scopo nella vita

Numerose ricerche dimostrano che avere uno scopo, indipendentemente da quale esso sia, ci fa stare ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *