Home / Attualità / Davvero i soldi non comprano la felicità?

Davvero i soldi non comprano la felicità?

Molti di noi fanno ancora fatica a capire il rapporto che abbiamo con il denaro, anche perché fin da piccoli ci viene insegnato a non parlarne troppo.

Pensiamo a domande come:

  • “Se i soldi non comprano la felicità, perché penso che sarei più felice se solo fossi ricco?”
  • “Materialismo e felicità si escludono a vicenda?”
  • “Sperperare mi rende egoista?”

Riflettere su queste e altre domande ci permette di capire più nel profondo come vediamo il denaro e il suo ruolo nella nostra vita. Di seguito vediamo tre modi in cui i soldi possono effettivamente comprare la felicità, secondo una nuova ricerca.

1. Spendere per il partner ripaga in felicità

Spesso siamo portati a cercare modi creativi di dimostrare al partner il nostro impegno. Un gesto premuroso inaspettato, un regalo fatto a mano o pensare a nuovi modi di trascorrere del tempo di qualità insieme.

Eppure, non c’è niente di male anche nell’acquistare per il partner qualcosa che userebbe o, ancora meglio, qualcosa che vorrebbe ma non comprerebbe per se stesso.

Uno studio recente mostra come i partner che spendono regolarmente dei soldi l’uno per l’altro siano più soddisfatti nella relazione. In questo modo, aumenta la reattività dell’altra persona e ciò contribuisce alla salute della relazione e alla salute psicologica di entrambi i membri.

Acquistare qualcosa per il partner significa anche dedicare tempo o fatica al gesto. Magari risparmiare denaro, pianificare in base alle vendite o ai saldi, o effettuare prenotazioni particolari.

Insomma, quando si tratta di investire nella relazione, sia il tempo che il denaro fanno la differenza.

2.Occuparsi di un amico peloso può essere così delizioso

Sì, gli animali domestici sono una grande responsabilità e possono combinare guai. A volte lasciano segni e morsi sui mobili e le visite veterinarie sono costose. Ma forse c’è qualcosa di più.

La ricerca mostra che spendere soldi per gli animali domestici può aumentare significativamente i livelli di felicità del padrone. Ma ci sono anche altri aspetti positivi. Accarezzare un cane ha effetti antistress sulla mente e sul corpo. Mantenere un animale domestico ci costringe a rimanere attivi.

E forse la cosa più importante, gli animali domestici svolgono anche un ruolo di supporto emotivo per il proprietario e la famiglia.

Le persone che hanno animali in casa tendono a essere più socievoli e a creare comunità con altri proprietari, grande antidoto alla solitudine e all’isolamento. Non ci sorprende che durante il lockdown dovuto alla pandemia, l’adozione e le vendite di animali domestici abbiano raggiunto livelli record.

3. Meglio spendere in esperienze

Se spendere per gli altri è un ottimo modo per aumentare la felicità, spendere per se stessi non è certo un crimine. Concedersi esperienze nuove e interessanti è un metodo efficace per raggiungere una felicità duratura.

Investire in un viaggio in solitaria, un concerto o una lezione di musica può aggiungere grande valore alla nostra vita, in un modo che difficilmente otterremo con abiti e gioielli.

Se ancora non ne siamo convinti, proviamo a pensare al valore della nostra luna di miele, o di aver portato un bambino al parco divertimenti, o di un libro del nostro autore preferito letto in un parco. Difficilmente scambieremmo queste emozioni con qualcos’altro.

Insomma, i soldi sono uno dei modi possibili per dimostrare amore e apprezzamento verso qualcuno, verso la loro presenza, il loro lavoro, anche se quel qualcuno siamo noi stessi.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

La reincarnazione secondo i bambini

Nel mese di ottobre vediamo le case e i negozi decorati con zucche, ragni e ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.