Home / Attualità / Dieci benefici collegati alla pandemia

Dieci benefici collegati alla pandemia

Anche se è molto difficile da credere e non tutti la possono pensare in questo modo, esistono anche degli effetti e delle conseguenze positive che sono scaturite dalla recente pandemia che ha colpito il genere umano. In questo articolo te ne proponiamo dieci.

Usufruire di una connessione che permette i legami anche a distanza

Questa situazione difficile ha fatti sì che le barriere che da sempre dividono le persone siano crollate in maniera più tangibile.

Se da una parte infatti il contatto fisico con gli altri è drasticamente diminuito, si è intensificata la possibilità di ricostruire delle relazioni anche con amici e parenti lontani, che in altre circostanze si sentivano poche volte durante l’anno e in occasioni speciali.

I confini si sono appannati e anche le persone che risiedono a migliaia di chilometri possono connettersi e comunicare tra di loro senza essere limitate dalla distanza fisica che le separa.

Sfruttare la tecnologia in maniera migliore

In seguito alla pandemia la tecnologia ha fatto molti passi in avanti, migliorando e creando dei dispositivi in grado di regalare delle prestazioni migliori e delle funzionalità più sviluppate.

Ora più che mai comunicare con gli altri è diventato estremamente elementare e anche per quanto riguarda il mondo del lavoro e della scuola, la tecnologia ha permesso di continuare a svolgere le azioni della quotidianità in maniera quasi normale, evitando situazioni di stasi che non solo avrebbero danneggiato l’economia e la società, ma avrebbero potuto bloccare nuove generazioni.

Ampliare la propria visione generale

La società si è completamente arrestata in seguito alla comparsa e alla diffusione di questo virus, che nel vero senso della parola ha stravolto le nostre abitudini e abbattuto tutte le nostre convinzioni.

Questo può essere utile per farci capire che spesso tendiamo a dar tutto per scontato e non apprezziamo ciò che abbiamo al momento giusto, ma solo quando questa cosa ci viene negata o tolta.

Questo è accaduto anche alla nostra libertà, che mai come ora desideriamo come in origine.

Imparare nuove abilità

Questi momenti trascorsi in casa hanno fornito a molti di noi l’occasione di dedicarsi alle proprie passioni e ai propri hobby.

Ciò non solo ci permette di esprimere la nostra creatività migliorando tutte quelle cose che non abbiamo mai avuto il tempo di mettere in atto, ma ci consente di esplorare nuovi universi, offrendo spunti per misurarsi in nuovi ambiti e scoprire così altri interessi che magari non sapevamo di avere.

Apprezzare la natura

Chi ama trascorrere del tempo libero all’insegna delle attività all’aperto e alle bellezze messe a disposizione dalla natura, ha vissuto un periodo che gli ha fatto più male che bene.

Molte persone hanno dovuto rinunciare alle proprie passioni tra cui le scampagnate e le gite in campagna, le passeggiate nella natura o in bicicletta e ciò ha fatto scattare nelle persone la sensazione di essere rinchiusi come un uccello in gabbia.

L’altro lato della medaglia ha però voluto che anche quelle persone che amavano trascorrere le proprie giornate tra le mura di casa, ora hanno il desiderio di muoversi e trascorrere delle ore di relax all’aperto, e appena possono approfittare delle belle giornate si apprestano a dedicarsi all’attività fisica o a passeggiate nel verde, che hanno fatto riscoprire a tutti la bellezza di un contesto completamente naturale.

Riconoscere l’importanza della scienza

La scienza ed il progresso hanno sempre avuto un ruolo centrale nella vita di un uomo, ma in questo periodo più che mai gli scienziati e le loro scoperte hanno raggiunto un apice di successo fondamentale per la storia dell’umanità.

Grazie alla bravura di persone che hanno dedicato molto tempo al lavoro è stato trovato un vaccino che potrebbe debellare il virus, e che al tempo stesso riuscirà a salvare la vita di tutte quelle persone che altrimenti sarebbero andate incontro a morte certa.

Allo stesso modo sono stati introdotti nuovi metodi che hanno permesso a dottori ed infermieri di gestire la situazione nelle fasi più critiche, nonostante i decessi verificati sono stati davvero numerosi.

Aiutare molti animali

La pandemia ha fatto sì che in un momento così delicato, molte persone abbiano deciso di regalare un po’del loro tempo a delle giuste cause.

Una fra le iniziative che ha ottenuto maggior successo è quella che ha visto l’adozione di moltissimi animali che sono stati tolti da canili e gattini, e hanno finalmente trovato delle famiglie disposte ad accoglierli e donare loro l’amore che meritano e di cui necessitano.

Allo stesso modo sono notevolmente diminuiti gli episodi legati all’abbandono dei cuccioli di animale.

Dare più importanza a ciò che si possiede

Come accennato prima, la pandemia ci ha permesso di capire le cose che realmente hanno un peso e un valore nella nostra vita, ma che non abbiamo mai considerato così importanti come in questo momento.

Oltre ad avere capito l’importanza delle cose che momentaneamente abbiamo perso, questa distruzione ci ha permesso di aprire gli occhi e capire quello che conta davvero.

Ecco perché in questi momenti è molto più facile apprezzare ciò che possediamo e non lamentarci poiché non riusciamo ad avere qualcosa di futile.

Sviluppare nuove risorse

Ogni settore ha subito delle perdite e dei cambiamenti che, sorgendo in maniera del tutto inaspettata, non sono stati affrontati nel migliore dei modi ma hanno richiesto delle attente valutazioni al fine di raggiungere delle soluzioni e delle risorse efficaci.

La scuola ad esempio, si è dovuta adoperare per far sì che gli studenti potessero continuare il loro percorso formativo anche a distanza, così come il mondo del lavoro è ricorso allo smart working per far sì che la maggior parte delle aziende non andasse in rovina.

Riconoscersi nell’identità di popolo e non di singolo

In questo periodo il ceto e la classe sociale hanno perso la loro importanza, in quanto tutti a prescindere dalla propria posizione economica e dei proprio titoli regali sono stati colpiti da questo virus.

Ciò ci ha permesso di capire che questi momenti brutti servono a infondere nel cuore di ognuno di noi l’idea di identità collettiva, dove tutti fanno parte di un unico popolo che per continuare a vivere deve aggrapparsi alla collaborazione e alla solidarietà.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

È possibile evitare che le emozioni controllino la propria vita?

Scopriamo insieme quali passi compiere per far sì che le emozioni non arrivino a controllare ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *