Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Disturbi Alimentari, è boom nelle donne adulte

Disturbi Alimentari, è boom nelle donne adulte

Troppo spesso siamo portati a pensare che i disturbi alimentari riguardino soprattutto l’adolescenza e la giovinezza ma, statistiche alla mano, appare evidente come essi facciano ormai parte della quotidianità di molti adulti.

Le motivazioni possono essere tra le più disparate ma, in gran parte dei casi, i disturbi sono legati perlopiù a cambiamenti come il matrimonio, la gravidanza, la menopausa o la paura di invecchiare.

Nel complesso, un rapporto con il cibo poco equilibrato può esprimere modalità di relazioni non sufficientemente mature e flessibili, difficoltà ad accettare cambiamenti, talvolta inevitabili e improvvisi, legati a momenti della vita particolarmente dolorosi e incerti.

Le più esposte a tali problematiche sono sicuramente le donne ma sempre più frequentemente capita che a vivere disagi e problematiche alimentari siano gli uomini.

Le cause più frequenti di disturbi alimentari in età adulta?

Oltre ai cambiamenti elencati un forte trauma o un vero e proprio choc come un lutto, una perdita, una delusione lavorativa, un divorzio o una crisi economica. La conferma di quanto, solo per fare l’esempio di anoressia e bulimia, siano diventate diffuse tra gli adulti arriva da due studi dell’University College di Londra e della Icahn School of Medicine di New York.

Una ricerca su donne tra i 40 e i 50 anni ha evidenziato, in sostanza, come cambiamenti improvvisi e stressanti possano scatenare disturbi del comportamento alimentare in persone che già avevano una predisposizione biologica o genetica.

Gli stessi ricercatori hanno inoltre scoperto che le donne sui 40 anni erano più a rischio bulimia se da bambine non avevano vissuto un buon rapporto con la madre. Di contro, se la loro era stata un’infanzia d’affetto, si registrava una riduzione del 20% del rischio di sviluppare la medesima malattia.

La morte di un genitore nel corso dell’infanzia, infine, è considerata una delle principali cause di sviluppare disturbi alimentari in età adulta.

Le problematiche, in sostanza, possono derivare non soltanto da uno choc subito da poco ma anche da un vecchio trauma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *