Home / Psicologia / Gestione del fallimento: 5 modi positivi o negativi in cui si può reagire agli errori

Gestione del fallimento: 5 modi positivi o negativi in cui si può reagire agli errori

Quando si fallisce qualcosa, la nostra mente ha una reazione per gestire ciò che abbiamo fallito, sia in campo personale che professionale. Il fallimento è qualcosa con cui dobbiamo confrontarci tutti i giorni, ma il modo in cui si affronta può essere diverso.

La mente ha diversi modi di comportarsi in sua conseguenza, e la cosa particolare è che questi modi non sono, di per sé, né buoni né cattivi: semplicemente, esistono, ed è la differenza sulle strade che si percorrono a determinare l’esito del sistema di gestione.

1. Il confronto con il problema

Il confronto è uno dei modi con cui si può gestire il fallimento, ovvero analizzarlo e porvi rimedio.

Può essere positivo perché possiamo individuare una soluzione, ma anche rischioso: possiamo infatti investire molte risorse, personali e economiche, e alla fine non riuscire comunque a risolvere il problema, fino ad arrivare ad una vera e propria ossessione.
PAGINA SEGUENTE ->
 

About Valerio Guiggi

Autore: Redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"

Vedi Anche

stress da vacanza

Lo sapevi che a volte in vacanza ci si stressa di più?

Lo sapevi che a volte in vacanza ci si stressa di più? Hai lavorato un ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *