Home / Attualità / In che modo le emozioni e la cultura agiscono sullo stato fisico e mentale

In che modo le emozioni e la cultura agiscono sullo stato fisico e mentale

La cultura è molto importante anche per quanto riguarda la gestione della società e dei comportamenti che possono influenzare la collettività e la comunità nella quale viviamo.

Alcuni celebri psicologi stranieri hanno condotto degli studi per capire in che modo alcune emozioni, come autostima, eccitazione ed emozioni positive, possano in qualche modo favorire il rispetto delle regole, e quindi contribuire a preservare l’armonia nata all’interno di una società.

Tutti questi fattori però vengono a mancare quando si verifica una crisi come quella vissuta negli ultimi mesi, dove gli individui si sentono liberi di infrangere le regole e violare tutte quelle restrizioni che vengono percepite come delle mancate espressioni della propria libertà.

Tutto ciò nasce da problematiche che sono principalmente riconducibili a fattori di ansia e stress, ma anche dalla mancata capacità di collegare le proprie risorse alla gestione delle emozioni stesse.

Secondo quanto dichiarato dagli specialisti, non tutti hanno le capacità utili a regolare le proprie emozioni, ma in casi particolarmente delicati si possono arrivare a provare sentimenti di colpa e vergogna e quindi può nascere l’incapacità di affrontare la situazione, che in casi estremi può degenerare in situazioni parecchie critiche come ad esempio il suicidio.

L’aumento dei casi di suicidio nel mondo orientale

Una domanda che sorge spontanea riguarda il perché le emozioni vadano controllate e non semplicemente ignorate.

A questo quesito gli esperti hanno risposto dicendo che le emozioni sono legate alla nostra salute, e che quindi sopprimerle sarebbe come eliminare una parte importante della nostra psiche.

Reprimere le nostre emozioni potrebbe essere un fattore scatenante per quanto riguarda l’aumento dei casi di suicidio soprattutto per quanto riguarda i continenti orientali, che ad oggi risultano essere il 30% dei casi presenti in tutto il mondo.

Lo studio ha rivelato che quando le persone tendevano a reprimere le proprie emozioni, anche se apparentemente tutto sembrava in ordine, all’interno della propria mente era tutto in subbuglio, ed esse arrivavano ad avere dei grossi problemi per quanto riguarda la salute mentale ma anche le relazioni interpersonali.

Come contenere questo fenomeno in ascesa

Per ridurre i tentativi di suicidio è  molto importante far sì che ogni persona capisca come regolare e controllare le proprie emozioni, imparando ad accettarle e capendo che esse sono legate all’ espressione dell’individuo, in quanto riescono a stabilire importanti connessioni all’interno della società.

Si tratta di una tematica molto complessa che non si può risolvere con semplici soluzioni, ma bisogna coltivare ed imparare a gestire tutti i sentimenti scatenati dallo stress che potrebbero collimare nella decisione del suicidio.

È importantissimo capire che ogni tipo di emozione, anche quella più negativa deve essere espressa, in quanto farlo non è sinonimo di debolezza  ma ci permette di attuare delle strategie di regolazione che ci consentiranno di affrontare ogni evento negativo senza sentirci deboli e senza farci sopraffare dalle avversità.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

La sfida della disintossicazione digitale

L’avvento della tecnologia ha fatto sì che ognuno di noi trascorra gran parte del suo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *