Home / Psicologia / La voce di una persona: cosa può dirci su di lei?

La voce di una persona: cosa può dirci su di lei?

Ascoltare la voce delle persone è un processo molto complesso ma altrettanto implicito che compie il nostro cervello deduttivo. Quest’ultimo è sempre “al lavoro”, anche quando facciamo una telefonata, ascoltiamo uno speaker in radio, etc.

Le prime cose che ci vengono in mente quando ascoltiamo la voce di una persona sono: la provenienza geografica ed il suo tono dell’umore. Tuttavia, il nostro cervello deduttivo, è in grado di andare anche oltre queste informazioni più o meno oggettive.

Secondo gli ultimi studi in campo di scienza e psicologia, noi esseri umani saremmo in grado di ottenere dalla sola voce, altre quattro informazioni molto preziose dal nostro interlocutore. Tuttavia, spesso capita che anche il nostro cervello cada in inganno.

Quali sono gli aspetti segreti della voce di una persona?

Il primo è l’altezza fisica: secondo un recente studio le persone assocerebbero a una voce più profonda, una persona dall’altezza maggiore. Tale aspetto ha un fondamento di verità poiché le persone più alte hanno, generalmente, un tono più profondo.

La seconda è l’età: dal semplice tono di voce, un gruppo di volontari partecipanti a una ricerca del 2010, è stato in grado di associare correttamente le voci di 100 persone alle rispettive fasce d’età, in maniera particolarmente precisa quando si trattava di bambini o adolescenti.

Il terzo aspetto in grado di emergere dalla voce sarebbe l’orientamento sessuale: l’informazione chiave sarebbe contenuta nel suono delle vocali e nella conseguente pronuncia, tuttavia questa è il risultato di uno studio americano il cui campione era abbastanza ridotto.

Il quarto segreto che emerge dal tono di voce è la sensualità del nostro interlocutore. Da uno studio condotto nel 2013, è emerso che gli uomini trovano molto sensuale la voce acuta delle donne, mentre queste ultime preferiscono la voce profonda dell’uomo poiché ritenuta più virile.
Tuttavia, un altro studio condotto nel 2011, potrebbe sfatare questo mito: gli uomini con un tono di voce più basso avrebbero una qualità minore di spermatozoi rispetto agli uomini con una voce più acuta.

Vedi Anche

Il tempo da dedicare ai propri figli, meglio di quantità o di qualità?

Al giorno d’oggi, i ritmi di vita delle famiglie sono sempre più accelerati e frenetici, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *