Home / Attualità / Onlus illegali, servizi sociali sotto controllo
onlus illegale
onlus illegale

Onlus illegali, servizi sociali sotto controllo

Onlus illegali

Qualche giorno fa è stato scoperto un giro d’affari illegale che riguardava psicologi e servizi sociali.

Le parti in questione sono la Onlus torinese Hansel e Gretel e i servizi sociali della Val d’Enza.

Tre gli psicologi indagati.
I tre lavorano gratuitamente all’interno della struttura “la Cura” ma con un sistema ben orchestrato riuscivano a guadagnare sulla pelle dei bambini.

Il piano era questo: i servizi sociali, obbligavano gli affidatari dei bambini a fare degli incontri con gli psicologici ora sotto accusa e pagare loro la parcella per il servizio.
Questi soldi poi tornavano agli affidatari sotto rimborso.

Il costo di ogni seduta era di ben 135 euro, il doppio rispetto alla media nazionale italiana.
Il vero scandalo che ha imbarazzato anche la ASL è che questo servizio di aiuto ai bambini sarebbe dovuto essere gratuito.Altri soldi sono stati portati via alla ASL sempre dai 3 psicologi, per effettuare corsi, convegni e master.

Fonte: ilgiornale.it

About Francesco Russo

Mi chiamo Francesco Russo, nato a Benevento e residente a Roccabascerana (AV). Amo viaggiare, il trekking, healthy food e la cucina casareccia, strimpello il basso elettrico e nel weekend sono in pista come Marshall. Ho conseguito la Laurea Triennale in Ing. Civile e Ambientale. Ho iniziato ad interessarmi al mondo del Web Marketing e per trasformare questa passione in lavoro ho conseguito presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli il Master in e-Commerce Management. Mi occupo dello sviluppo di e-Commerce, Siti vetrina, Social e Blog, secondo le necessità dei clienti, cerco di interpretare al meglio quella che oggi chiamiamo SEO. Sono una persona di buona volontà, ma non uno specialista Francesco

Vedi Anche

DIPENDENZA AFFETTIVA COME RICONOSCERLA

Dipendenza affettiva come riconoscerla?

Spesso non ci rendiamo conto di essere affette da dipendenza affettiva, ma ne siamo coinvolti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *