Home / Attualità / Perché la depressione scatenata dalla pandemia è così difficile da eliminare?

Perché la depressione scatenata dalla pandemia è così difficile da eliminare?

Qualche giorno fa sono stati condotti degli studi basati sul ruolo della depressione sorta in seguito all’avvento della pandemia.

Durante questa fase di emergenza sanitaria infatti, sono state molte le persone che, in seguito alle restrizioni e alla chiusura forzata, hanno sviluppato delle psicopatologie che hanno minato la loro personalità.

Nonostante la situazione sia notevolmente migliorata, questo stato di sofferenza però non accenna a diminuire, in quanto è stato dimostrato che dall’inizio della pandemia la depressione non solo aumentata, ma è addirittura triplicata.

Come mai la depressione post-pandemica non sparisce?

La salute mentale è sicuramente uno dei vantaggi che permettono all’individuo lo svolgimento di una vita serena e normale.

Essa è però facilmente soggetta al contesto socio economico, in quanto è proprio questo il settore che permette all’individuo di appagare la maggior parte delle sue esigenze.

Quando ciò non avviene però, possono subentrare alle ulteriori difficoltà con un grande incremento di ansia e stress, poiché non si riesce ad arrivare a fine mese e si ha paura di perdere il lavoro in quanto non si è in possesso delle risorse sufficienti per vivere una vita dignitosa e serena.

A differenza di altre tragedie storiche, la pandemia che risulta essere ancora in corso ha stravolto vari aspetti della vita a cui eravamo abituati.

Il concetto di lavoro come lo conoscevamo prima non esiste più, in quanto ora si può lavorare a distanza e le relazioni con le altre persone sono sicuramente meno umane rispetto al passato.

Tutto ciò non fa che corrodere l’animo dell’individuo, il quale può arrivare a subire profondi danni per quanto riguarda la salute mentale, comportando l’insorgenza della depressione e creando un grande divario tra le aspettative e ciò che poi si manifesta nella realtà.

Che cosa può essere d’aiuto in questa situazione?

Per trovare un valido rimedio a questa situazione è fondamentale dare grandi finanziamenti all’assistenza alla salute mentale, in modo che i pazienti possano contare sul supporto di un medico per accedere alle risorse necessarie anche quando non sono in possesso dei mezzi utili per farlo. 

Ovviamente il processo è molto difficile e turbolento da percorrere e varierà in base alle esigenze della persona che decide di seguirlo.

È altresì importante avere un supporto psicologico, in quanto quando sussistono alcune situazioni, come la mancanza di denaro o lavoro e delle deprivazioni legate alla vita quotidiana, è necessario avere qualcuno che possa fornire il suo sostegno per migliorare una situazione così delicata.

In questo modo la persona si sentirà accolta e potrà in parte alleggerire il peso che porta, cercando così di ripristinare la propria salute mentale.

Questo percorso va valutato da diversi professionisti, ognuno dei quali saprà esprimere il proprio parere mettendo così a disposizione degli individui coinvolti la propria professionalità.

Questo potrebbe essere l’unico modo in cui allontanare tutte le forme di depressione scaturite dall’avvento della pandemia, anche se non è facile attuare un metodo che possa appagare le esigenze di tutti e risolvere ogni problematica in maniera universale.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

La tua relazione ti blocca? È ora di lasciarla andare

Ecco come rimaniamo bloccati in relazioni stagnanti che non ci permettono di esprimere la nostra ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *