Home / Psicologia / Rimandare a domani: 5 modi per interrompere questa fastidiosa abitudine

Rimandare a domani: 5 modi per interrompere questa fastidiosa abitudine

Chi di noi non ha mai rimandato a domani qualcosa che sapeva di dover fare, ma che non ha fatto semplicemente perché non ne aveva voglia?

Questo comportamento non è affatto inusuale, anzi è molto comune, e spesso per evitare qualcosa che dobbiamo fare al momento ci troviamo a essere pieni di lavoro negli altri giorni, oppure a rimandare impegni che potrebbero avere delle conseguenze.

Ma, visto che il problema è essenzialmente psicologico, è possibile smettere di procrastinare, di rimandare a domani? La risposta è si, e qui vedremo cinque consigli per riuscire a farlo.

1. Non pianificare troppo

Se pianifichiamo troppo a lungo qualcosa che dobbiamo fare immediatamente, significa che stiamo procrastinando.

Visto che siamo già lì a pensare a come farla, la cosa migliore è farla subito, anche senza pianificazione, perché questo permetterà di portarla a termine più velocemente.
PAGINA SEGUENTE ->
 

About Valerio Guiggi

Mi chiamo Valerio Guiggi, redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"  (per contatti valerioguiggi[@]gmail.com)

Vedi Anche

ipersessualità

Cos’è l’ipersessualità?

Cos’è l’ipersessualità? No, non è quello che stai pensando! Cos’è? Allora, la dipendenza dal sesso, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *