Home / Psicologia / Sexting: 5 cose concrete che i genitori possono fare per prevenire i pericoli

Sexting: 5 cose concrete che i genitori possono fare per prevenire i pericoli

Abbiamo parlato in un precedente articolo del sexting, una pratica sempre più diffusa tra giovani adolescenti e, purtroppo, anche bambini, e del pericolo che può derivare da una pratica del genere.

Si tratta di una pratica che può segnare, a volte in modo lieve a volte in modo molto profondo, la mentalità del giovane, per cui i genitori devono fare qualcosa; spesso, però, il problema è che non sanno come intervenire, ed è per questo che di seguito daremo cinque consigli concreti per evitare i danni peggiori di questa pratica.

1. Mettere il computer in un’area di passaggio

Specialmente se il ragazzino è giovane, 8-12 anni, è importante mettere il computer in sala, o in corridoio, e non nella cameretta.

È una soluzione importante perché il ragazzo sa di poter essere controllato e non farà cosa troppo sconcertanti, se qualcuno dovesse entrare; di fatto, limita benissimo l’uso improprio del computer.
PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio Guiggi

Mi chiamo Valerio Guiggi, redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"  (per contatti valerioguiggi[@]gmail.com)

Vedi Anche

cos-e-l-autolesionismo

Cos’è l’autolesionismo?

Cos’è l’autolesionismo? Hai mai sentito parlare di autolesionismo? No? Vediamo insieme cos’è. Si parla di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *