Home / Psicologia / Smettere di giudicare gli altri: 5 consigli utili per riuscirci

Smettere di giudicare gli altri: 5 consigli utili per riuscirci

La tentazione di giudicare gli altri per un loro comportamento o modo di fare è un’esperienza comune per la maggior parte delle persone.

Pensare qualcosa di positivo o, soprattutto, negativo, sugli altri non solo rischia di fornirci un giudizio molto affrettato, ma anche di allontanare da noi quella persona senza alcun motivo. Inoltre c’è il rischio che, giudicando, rimaniamo sempre più chiusi nella nostra mentalità.

Insomma, giudicare in generale non è mai positivo, ed è per questo che è giusto chiedersi: è possibile evitare di farlo? E in che modo?

1. Riflettere prima di pensare nel bene o nel male

Se ci viene in mente un giudizio su una persona (visto che non si può evitare), riflettiamo su quel giudizio prima di esprimere un’opinione.

Se una persona non ci piace per un suo comportamento, proviamo a pensare che potrebbe averlo fatto perché è arrabbiata, o perché ha dei validi motivi, o perché quello è il suo carattere. Potremmo trovare una soluzione logica per quel comportamento.
PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio Guiggi

Mi chiamo Valerio Guiggi, redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"  (per contatti valerioguiggi[@]gmail.com)

Vedi Anche

autocommiserazione-significato-psicologia

Sei una persona che si auto-commisera?

Sei una persona che si auto-commisera? Sicuramente (primo o poi capita a tutti) ti sarà ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *