Home / Psicologia / Dipendenza da siti per adulti: 5 aspetti a cui fare attenzione

Dipendenza da siti per adulti: 5 aspetti a cui fare attenzione

I siti per adulti costituiscono una grande percentuale su tutti i siti web che si possono trovare online, e sono molto più utilizzati (sia dagli uomini che dalle donne) rispetto a quanto si potrebbe pensare.

Questi contenuti vengono utilizzati sporadicamente, come un’alternativa alla vita reale, e di solito il loro uso non è un problema; ci sono però delle situazioni in cui si inizia a parlare di dipendenza, in modo simile a quanto accade in ambiti diversi.

Per capire il limite tra utilizzo normale e dipendenza, ecco cinque osservazioni utili da fare.

1. L’utilizzo intenso

Naturalmente non c’è dipendenza se non c’è un utilizzo intenso di questo tipo di contenuti, quindi il dipendente passerà molto del suo tempo su questi siti.

Non solo: tutto l’utilizzo che fa di internet, anche in momenti in cui magari dovrebbe lavorare, è dedicato ai siti per adulti, un tempo eccessivo rispetto a quello che normalmente sarebbe loro dedicato.

PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio Guiggi

Mi chiamo Valerio Guiggi, redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"  (per contatti valerioguiggi[@]gmail.com)

Vedi Anche

cos-e-l-autolesionismo

Cos’è l’autolesionismo?

Cos’è l’autolesionismo? Hai mai sentito parlare di autolesionismo? No? Vediamo insieme cos’è. Si parla di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *