Home / Psicologia / Drunkorexia: sintomi e conseguenze

Drunkorexia: sintomi e conseguenze

La drunkorexia sembra essere la malattia del nuovo secolo, termine coniato nel 2008 dai media popolari del “New York Times”, per descrivere la pratica che consiste nel ridurre la quantità di cibo assunto per poter aumentare l’assunzione di alcol senza aumentare il peso corporeo.

La drunkoressia nata negli Stati Uniti principalmente nei campus dei college purtroppo è un problema riscontrato anche in Italia, da uno studio italiano del 2014, su un campione di circa 3000 soggetti che ha dimostrato come questo sia un fenomeno comune anche tra i giovani adulti italiani con una prevalenza del 32.2%.

Tecnicamente si parla di drunkoressia ogni volta che si consumano almeno quattro bevande alcoliche in una sola serata.

I suoi sintomi si manifestano sia a livello fisico sia mentale. Vediamo quali sono i principali segnali e gli effetti a lungo termine di questo disturbo.

Sintomi della Drunkorexia

I sintomi della drunkorexia vedono la combinazione di comportamenti alimentari disordinati tipici di anerossia e bulimia, ma insieme vi è anche l’abuso di alcolici.

Questo disturbo è maggiormente diffuso tra le donne e può essere visto come il frutto di pressione sociale dovuto alla voglia di divertirsi in compagnia ma di mantenere anche il peso forma e rimanere magre.

Alcune persone arrivano anche al punto di non mangiare nulla e di bere molto così da non aumentare di peso o perché aiuta ad ubriacarsi più velocemente.

I sintomi principali di questo disturbo si possono riassumere in

  • saltare i pasti per evitare di assumere calorie;
  • consumare eccessive quantità di alcol;
  • eccessivo esercizio fisico per compensare le calorie consumate con gli alcolici.

Rischi della Drunkorexia

I rischi per la salute sono quelli di manifestare i problemi psicologici sia dell’anoressia che della bulimia, ma vi è anche quello di aumentare gli incidenti stradali dovuto all’abuso di alcool.

Le conseguenze fisiche sono poi anche a carico del fegato che può a lungo andare manifestare cirrosi epatica ed infine conseguenze di tipo neurologico, psichico e influenzare le capacità cognitive quali la memoria e la concentrazione. Vi sono poi possibili manifestazioni di depressione, blackout, scatti violenti e problemi sessuali.

Vi è poi il rischio di aumentare la comparsa di tumori tra cui quello al colon, fegato e al seno.

La conseguenza principale è però la dipendenza da alcol ovvero la malattia alcolismo che può avere un impatto negativo a lungo termine.

Vedi Anche

Persona invidiosa: 5 “indizi” che permettono di riconoscerla

Tutti noi abbiamo avuto, e abbiamo, a che fare con una persona che prova invidia verso ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *