Home / Psicologia / L’ira passiva: come riconoscere la rabbia non manifesta nelle persone

L’ira passiva: come riconoscere la rabbia non manifesta nelle persone

4. L’autosacrificio

Anche essere eccessivamente disponibili e accontentarsi di una seconda scelta, anziché della prima e più desiderabile, è un modo di manifestare la rabbia.

E’ uno dei modi peggiori, in quanto facendo gli “eterni secondi” inviamo l’energia dell’ira verso noi stessi, rovinando in qualche modo noi stessi; bisogna far emergere, anche in questo caso, qual è il problema principale.

PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio

Mi chiamo Valerio Guiggi, redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"  (per contatti valerioguiggi[@]gmail.com)

Vedi Anche

Sei innamorato? E’ tutta una questione di cervello

Pazzo d’amore? Non è più solo una frase fatta ma una vera e propria definizione ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *