Home / Psicologia / I 4 tipi di odio: come pensa una persona che odia qualcun altro?

I 4 tipi di odio: come pensa una persona che odia qualcun altro?

L’odio è un insieme di emozioni umane che, in psicologia, non si è ancora completamente compreso, e per il quale sono state proposte nel tempo teorie differenti tra loro.

Si tratta non di un’emozione singola (come la rabbia), ma di un insieme di più emozioni che si strutturano e rendono una persona capace di azioni che, per opinione comune, sono contrarie al genere umano: omofobia, razzismo e altre idee simili derivano proprio dall’odio.

Chi studia l’odio sa che non ne esiste una sola tipologia, ma ne esistono diverse che si possono intersecare tra loro: dalle azioni di una persona si può capire quali sono i sentimenti di base che la muovono.

1. L’odio freddo

L’odio freddo deriva tendenzialmente da una paura e da un disgusto verso altre persone, spesso una categoria di persone. È il caso tipico dell’omofobia.

Non c’è rabbia in questa condizione, ma semplicemente alcune persone vengono viste come repellenti, e chi lo prova è spinto ad agire in modi diversi per evitare queste persone, così come si odia qualunque cosa che riteniamo disgustosa.
PAGINA SEGUENTE ->

Vedi Anche

Una nuova psico-patologia, la sindrome da whatsApp: ecco come scoprire se anche tu ne soffri

Non è stata ancora inserite nei manuali di medicina,  ma pare esista già da tempo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *