Home / Benessere e Salute / Come combattere la stanchezza mentale
stanchezza mentale

Come combattere la stanchezza mentale

La stanchezza mentale è un disturbo che fa spesso capolino nelle persone sottoposte a forti stress e che lavorano molto, non solo fuori casa ma anche fra le mura domestiche, ne sanno qualcosa le casalinghe tuttofare e le mamme a tempo pieno. L’arrivo della primavera poi non aiuta certamente visto che si presenta la classica spossatezza fisica tipica della stagione primaverile.

Vediamo come combattere la stanchezza mentale con qualche rimedio.

Come combattere la stanchezza mentale

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nell’organismo per combattere la stanchezza mentale per questo è importante consumare cibi freschi, di stagione e se possibile biologici. Evitare  i cibi confezionati e ricchi di zucchero raffinato, ma non solo anche quelli con presenza di additivi, solventi e pesticidi che non permettono una normale depurazione dell’organismo. Favorite cereali integrali, legumi, pesce azzurro, semi oleosi, verdura e frutta di stagione. Condimenti poco sale e olio extra vergine di oliva.

Fra i rimedi naturali vi è senz’altro al primo posto il magnesio, un minerale che migliora i sintomi della stanchezza, ma non solo aiuta anche il calcio a fissarsi nelle ossa, combatte la sindrome premestruale.

Vi sono poi gli estratti di piante fitoterapiche che sostengono la stanchezza e l’esaurimento psicofisico, aumentando la resistenza alla fatica e migliorando le capacità cognitive. Questi rimedi vengono chiamati adattogeni vegetali ad azione tonico stimolante e sono:

Ginseng ed Eleuterococco: il primo consigliato agli uomini, il secondo alle donne per migliora la risposta dell’organismo allo stress quotidiano, entrambi potenziano la resistenza mentale e fisica e facilitano le capacità di recupero

Rhodiola rosea adatoggeno per eccellenza che combatte la stanchezza ma anche ansia, nervosismo e attacchi quali palpitazione e tachicardia.

Shisandra un rimedio naturale impiegato nell’affaticamento fisco e mentale e soprattutto in caso di consumo eccessivo di energie, ma anche ad azione antiossidante per combattere l’invecchiamento precoce.

Oltre ai fitoterapici è possibile ricorrere anche agli oli essenziali per aromaterapia, consigliati sempre quelli puri al 100% e per uso alimentare. Quelli ideali per combattere la stanchezza psico fisico sono:

  • Olio essenziale di rosmarino che favorisce la memoria e le capacità intellettive agendo come revitalizzante, ma non solo essendo un cardiotonico è ideale in caso si pressione bassa e astenia.
  • Olio essenziale di menta che stimola i centri nervosi favorendo la concentrazione e stimolando la risposta dell’organismo, inoltre agisce come rinfrescando migliorando la circolazione.

L’uso degli oli essenziali per via interna è sconsigliato se non sotto stretto controllo di un aromaterapeuta o naturopata, pertanto qui ve ne consigliamo il solo utilizzo a livello aromaterapico nel diffusore per oli essenziali o per uso topico diluito in olio vettore o crema base da massaggiare sul corpo.

A fine giornata o appena svegli al mattino per caricarvi di energia dedicate del tempo a praticare yoga o qi gong.

About Silvia

Mi chiamo Silvia Terracciano, sono nata a Milano ed adottiva del Piemonte. Copywriter e Blogger. Nel 2008 ho conseguito il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. (per Contatti : sylviaterracciano[@]gmail.com )

Vedi Anche

ortoterapia benefici

Ortoterapia i benefici

Ormai è risaputo che stare nella natura e a contatto con la terra ha numerosi ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *