Home / Attualità / Esperienza sensoriale a tavola ecco cosa accade nel nostro cervello
esperienza sensoriale con il cibo

Esperienza sensoriale a tavola ecco cosa accade nel nostro cervello

Ritrovarsi seduti intorno ad un tavolo, per consumare un pasto è molto più che un bisogno alimentare; si tratta di una vera e propria esperienza sensoriale che ognuno di noi può vivere.

E tu ci hai mai pensato, quando consumi un pasto?

Purtroppo siamo sempre più presi dalla routine, dal poco tempo a disposizione, dal cibo consumato nei fast food e cin grande voracità, che non ci accorgiamo dei nostri sensi che si attivano dinanzi ad una buona pietanza.

Cosa significa vivere un’esperienza sensoriale col cibo?

Sensoriale, sta ad indicare un’attività nella quale tutti e 5 i nostri sensi si attivano; nel caso dell’alimentazione noi attiviamo in sinergia:

  1. la vista, quando osserviamo una pietanza e ne pregustiamo il sapore;
  2. l’olfatto, quando annusiamo gli odori;
  3. l’udito, quando ne ascoltiamo i rumori provocati dalla fragranza, la croccantezza…;
  4. il tatto, quando la tocchiamo;
  5. il gusto, infine quando mangiamo il cibo.

Ecco, l’insieme dei 5 sensi, provoca un’esperienza sensoriale, dove l’apice del piacere è rappresentato dalla sazietà.

Cosa avviene nel nostro cervello quando viviamo questa forma di esperienza sensoriale?

A livello cerebrale, agisce l’ipotalamo che governa le nostre sensazioni alimentari e ci procura il senso di sazietà e quindi di piacere; inoltre controlla l’intero metabolismo corporeo.

E’ come se fosse la finestra attraverso la quale tutte le sensazioni del mondo esterno giungono a noi, quindi anche il piacere a tavola.

L’ipotalamo controlla i cosiddetti “centri della fame” e il “senso di sazietà“.

Senza i classici morsi della fame, mangiare sarebbe una grossa fatica e non ci procurerebbe più nessun piacere; allo stesso modo finirebbe quella che noi definiamo esperienza sensoriale.

Quindi, in pratica “avere fame” è importante non solo per gustare ed apprezzare il cibo, ma anche per sentire il piacere.

Tuttavia, quando si ha troppa fame o si aspetta troppo per esaudire il senso della fame, si rischia di “abbuffarsi” e quindi l’esperienza sensoriale diventa una vera e propria tragedia.

Non solo assumiamo più calorie del dovuto, ma ci sentiamo immediatamente gonfi e  non assolutamente appagati, magari con qualche senso di colpa.

About Giuliana

Autore: Assistente sociale, master in mediazione familiare. Scrivo da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche, dagli adolescenti, alle relazioni di coppia. Collaboro con la rivista Intimità. Amo scrivere poesie. ( per Contatto : jupax75[@]yahoo.it )

Vedi Anche

limone-carcinoma seno

Limoni per riconoscere il cancro al seno

Il cancro al seno è purtroppo una malattia che colpisce sempre più donne soprattutto nell’età ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *