Home / Attualità / Il potere della positività

Il potere della positività

Così come un oggetto acquista velocità rotolando giù da una collina, anche lo slancio e il trasporto nella vita delle persone possono avere lo stesso effetto, sia nel bene che nel male.

Quando siamo presi dalla negatività, possiamo velocemente finire per sentirci bloccati e sopraffatti, persino senza speranza. Più siamo catturati da pensieri negativi, più quei pensieri potranno suscitare sentimenti negativi e influenzare i nostri comportamenti in tal senso.

D’altronde, quando siamo in preda alla negatività è più facile impegnarsi in gesti inutili e malsani (ad esempio urlare contro qualcuno) anziché fare qualcosa di utile.

Allo stesso modo, più viviamo momenti positivi, più la positività potrà acquisire slancio e portare a emozioni, comportamenti e pensieri positivi che aumenteranno ancora il nostro slancio.

Per essere felici non c’è bisogno di negare, respingere o ignorare le situazioni difficili e dolorose. La vita è piena di difficoltà ed è importante essere presenti con tutti i nostri sentimenti mentre queste accadono. Ma possiamo sempre scegliere dove concentrare la nostra attenzione.

Combattere la spirale negativa

Per molti di noi, concentrarsi sui piccoli fattori di stress quotidiano può facilmente far precipitare in uno stato d’animo negativo. La casa disordinata, le bollette da pagare, tanto da fare e poco tempo a disposizione…

Concentrarsi su queste cose significa perdere i piccoli momenti di gioia, connessione e significato che attraversano la nostra vita ogni giorno. Possiamo sempre impegnarci a notare dove stiamo concentrando la nostra attenzione.

Se ci accorgiamo che è qualcosa di negativo, possiamo spostare il focus su qualcosa di piacevole, come il sole sul viso mentre camminiamo, o il pensiero di una buona cena da gustare.

5 modi per favorire il pensiero positivo

Magari è vero che questa giornata è proprio storta e piena di cose da fare, ma forse non è quello su cui vogliamo soffermarci. Ecco alcuni modi per affrontare il blocco della negatività.

  1. Iniziare e finire la giornata concentrandoci su una cosa che apprezziamo. Può trattarsi anche di una cosa piccola: una tazza di tè, una doccia calda, l’abbraccio di un membro della famiglia. È importante lasciare che queste emozioni positive siano registrate dal corpo per almeno un minuto.
  2. Guardare l’altra faccia della medaglia. Talvolta è possibile scoprire belle opportunità nelle sfide. Doversi alzare presto può essere un’opportunità per godere della quiete del mondo mentre il sole sorge. La frustrazione verso l’autista davanti a noi può essere un’opportunità per aumentare la nostra pazienza.
  3. Non cercare di “sbarazzarsi” dei sentimenti negativi. È meglio riconoscerli, nominarli e accettarli come parte dell’esperienza umana, non come totalità. A volte si può appoggiare una mano sul cuore, respirare profondamente e riconoscere che è un momento difficile, che passerà.
  4. Pensare in piccolo. È utile portare l’attenzione su qualcosa che abbiamo di fronte, qui e ora, e provare a trovarci qualcosa di buono. In metropolitana guardiamo il modo in cui qualcuno cede il posto a un altro passeggero, o il sorriso di uno sconosciuto per strada.
  5. Riconoscere che non possiamo controllare i pensieri iniziali, ma possiamo controllare dove spostare l’attenzione. Durante il giorno cerchiamo di capire dove ci sta portando la nostra attenzione. Se sta tirando verso il basso, proviamo a scegliere un luogo diverso.

I pensieri negativi hanno un grande potere, ma ugualmente lo hanno i pensieri positivi. Per non sprofondare nel circolo vizioso della spirale negativa, ricordiamoci sempre di cercare le opportunità e aggrapparci alle piccole cose belle di tutti i giorni.

Le difficoltà vanno e vengono, l’attitudine al pensiero positivo resta la nostra difesa più potente.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

La reincarnazione secondo i bambini

Nel mese di ottobre vediamo le case e i negozi decorati con zucche, ragni e ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.