Home / Attualità / In che modo la terapia naturale può ridurre l’ansia e lo stress?

In che modo la terapia naturale può ridurre l’ansia e lo stress?

Il lavoro e le varie mansioni giornaliere possono comportare una notevole dose di stress all’organismo. Situazione pronta a peggiorare in alcuni momenti come quelli che abbiamo da poco provato, a causa della guerra e della pandemia.

Molti cercano un sollievo ricorrendo alla medicina, dimenticandosi dei poteri alleati che invece può offrirci la natura.

Uno studio riportato su un quotidiano che tratta argomenti di igiene e di salute mentale, ha parlato di come la natura possa essere la soluzione allo stress in moltissimi casi. Ecco che cosa abbiamo scoperto in merito.

L’esperimento scientifico

Per dimostrare la validità della natura nella lotta allo stress è stato organizzato un esperimento su 45 persone che hanno manifestato il problema.

25 individui sono stati sottoposti a delle cure naturali, mentre gli altri 20 a trattamenti puramente cognitivi e farmaceutici.

I primi hanno potuto beneficiare di passeggiate nella natura e molte altre esperienze di questo tipo e alla fine hanno riportato un livello di stress molto più basso rispetto a chi invece aveva assunto solamente farmaci.

Questo perché esporsi ad ambienti naturali fa abbassare il livello del cortisolo, noto per essere l’ormone dello stress, garantendo una sensazione di benessere immediato che porta l’individuo a ragionare in maniera più chiara.

La maggior parte degli individui coinvolti nel test erano donne di circa quarant’anni, costantemente esposte ad episodi di ansia e stress.

La natura riesce a combattere ansia e stress?

Diversi studi sono stati effettuati in vari anni di ricerca e ognuno di questi è riuscito a stabilire l’importante ruolo della natura in ambito psicologico.

Molti programmi naturalistici riescono ad abbattere depressione, stress e ansia facendo allontanare i brutti pensieri dalla mente.

Questo metodo ha grande successo non solo nel mondo degli adulti, ma anche in quello dei bambini che, spesso, risultano essere particolarmente ricettivi e riescono a sfogare le loro energie esplorando l’ambiente esterno.

Tra le migliori risorse che la natura mette a nostra disposizione, effettuare lunghe passeggiate e immersioni nel verde è sicuramente una valida alternativa.

Questo perché si tratta di attività che permettono di allargare la mente, allenando il respiro e reprimendo i brutti pensieri e le paranoie.

Camminare a contatto con la natura ci permette di riscoprire il nostro lato più profondo, allenando i cinque sensi e concentrandoci su nuove immagini che riusciamo a percepire analizzando la realtà circostante.

Ovviamente tutto questo può avvenire sia da soli che in gruppo, poiché molto dipende dalla propria personalità e dai bisogni che l’individuo sta avvertendo in quel determinato momento.

Muoversi all’aria aperta rappresenta quindi un grande vantaggio per la mente, poiché vengono liberate delle endorfine in grado di innescare un’alta dose di buonumore.

I vantaggi si ripercuotono poi sulla forma fisica, poiché ci si allena e si favorisce così uno stile di vita sano ed attivo, del tutto lontano dalla sedentarietà così tipica dei tempi moderni.

Non dimentichiamoci inoltre, di dedicare il giusto tempo al sonno e al riposo poiché, qualora queste due componenti mancassero ogni tipo di trattamento risulterebbe inutile.

About Silvia Faenza

Ciao sono Silvia Faenza, mi sono Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 mi occupo della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Vedi Anche

In che modo la piattaforma di Zoom può agire sul cervello?

Focalizzarci su qualcuno può risultare estremamente pericoloso e faticoso per la mente, ma tutti abbiamo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.