Home / Psicologia / Lavoro eccessivo: 5 conseguenze psicologiche negative
Multi Tasking

Lavoro eccessivo: 5 conseguenze psicologiche negative

Per molte persone, il lavoro eccessivo, quello svolto oltre i propri limiti, è diventato una situazione che viene considerata quasi normale.

Per qualcuno non c’è scelta, ma per qualcun altro il lavorare eccessivamente è una scelta libera, dovuta al fatto che magari si pensa alla carriera o alle promozioni; in realtà è utile anche darsi un limite, perché il lavoro eccessivo può avere sulla salute mentale conseguenze tutt’altro che benefiche: vediamo quali sono le conseguenze principali.

1. Il deterioramento dei rapporti sociali

Meno tempo per noi significa meno tempo da dedicare alle persone che ci circondano.

E non parliamo di conoscenti ma delle persone che fanno parte della nostra vita, come mogli, mariti e figli: meno tempo dedichiamo loro, più i rapporti si deteriorano e le conseguenze non sono positive.
PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio Guiggi

Autore: Redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"

Vedi Anche

Ma perché tradiamo?

Ma perché tradiamo?

Ma perché tradiamo? Hai mai tradito il tuo partner? No? Bene! Ma se ti venisse ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *