Home / Benessere e Salute / Peli superflui? La bellezza passa attraverso una pelle pulita
Come eliminare i peli superflui

Peli superflui? La bellezza passa attraverso una pelle pulita

Arriva la bella stagione e noi donne (ma non solo) iniziamola nostra lotta ai peli superflui. Ebbene sì, i peli su gambe, ascelle, inguine, braccia e schiena, non piacciono proprio a nessuno!

La rimozione o meno dei peli superflui è innanzitutto un problema culturale. Vi sono infatti civiltà in cui i peli non sono assolutamente un disagio, mentre altre come la nostra, in cui oltre al discorso estetico c’è anche un discorso di igiene.

Senza peli ci sentiamo più sicure ma anche più pulite e belle.

I 3 metodi per eliminare i peli superflui

I metodi per eliminare i peli sono tanti, ecco i pro e i contro legati ai diversi sistemi di rimozione.

  1. Depilazione: crema o rasoio?

Col termine depilazione si intende il taglio del pelo o comunque la sua recisione attraverso un meccanismo manuale o chimico; stiamo parlano del classico rasoio oppure della crema depilatoria. Entrambi i metodi portano allo stesso risultato, non sono dolorosi ma nemmeno definitivi, anzi dopo qualche giorno il pelo ricompare più folto e resistente di prima. Presenta il vantaggio di essere considerato un metodo veloce e indolore.

2. Epilazione: ceretta o silkepil

A differenza della depilazione, il metodo di epilazione consente la rimozione del pelo dalla radice e quindi ne rallenta la ricrescita, indebolendolo. Come ci epiliamo perfettamente? Con la ceretta a caldo o a freddo, che sicuramente se fatta bene, strappa il pelo alla radice, oppure con degli apparecchi elettrici (tipo silhepil) dotati di una serie di pinzette che “estirpano” il pelo. Presentano il vantaggio di ridurre i tempi fra una epilazione e l’altra (anche 20 giorni) ma comunque non sono definitivi e un po’ dolorosi.

3. Epilazione a laser o luce pulsata

Vuoi un metodo definitivo o comunque permanente? Prova il laser o la luce pulsata. Si tratta di un metodo di epilazione che agisce direttamente sul bulbo pilifero e lo “brucia” tale da bloccarne la ricrescita futura. Ovviamente per avere dei buoni risultati bisogna rivolgersi a centri specializzati che sapranno consigliare il trattamento più giusto sulla base delle proprie esigenze.

 

About Giuliana

Autore: Assistente sociale, master in mediazione familiare. Scrivo da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche, dagli adolescenti, alle relazioni di coppia. Collaboro con la rivista Intimità. Amo scrivere poesie. ( per Contatto : jupax75[@]yahoo.it )

Vedi Anche

Disturbi alimentari, una nuova ricerca svela come si modifica il cervello

Una recente ricerca ha scoperto che alcuni comportamenti di disturbo alimentare, come la tendenza ad ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *