Home / Psicologia / Perché crediamo alle bufale? Ecco 5 motivi psicologici

Perché crediamo alle bufale? Ecco 5 motivi psicologici

Le bufale sono uno dei problemi più gravi dei nostri giorni, una categoria di notizie completamente false a cui, però, crede tantissima gente.

Ma perché crediamo alle bufale, e qual è il motivo per cui continuiamo a crederci nonostante sappiamo che, specialmente sui social network, le notizie false quasi equivalgono, per numero, a quelle vere?

1. Sono coerenti con la realtà

Noi non crediamo a tutte le bufale, ma solo a quelle plausibili. Infatti, se qualcuno dicesse che i marziani bombardano la terra, probabilmente non ci crederemmo perché non ne abbiamo prove oggettive.

Invece, le bufale a cui crediamo sono sempre plausibili, per cui non ci sono elementi (immediati) che ci fanno chiedere se sia vero o no.
PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio Guiggi

Mi chiamo Valerio Guiggi, redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)"  (per contatti valerioguiggi[@]gmail.com)

Vedi Anche

Relazione di coppia: quella gelosia ossessiva che distrugge l’amore

Cosa vuol dire essere gelosi del proprio partner? E soprattutto quando la gelosia diventa una ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *