Home / Benessere e Salute / Disbiosi intestinale cause psicologiche e sintomi
disbiosi intestinale
disbiosi intestinale

Disbiosi intestinale cause psicologiche e sintomi

I disagi a livello emozionale sono spesso causa di manifestazioni fisiche fra queste una delle più comuni è la disbiosi intestinale, anche se va ricordato che la stessa può essere causata anche da alimentazione scorretta.

L’intestino è definito il secondo cervello, da esso passano tutte le emozioni per questo se siamo particolarmente sensibili e abbiamo difficoltà a elaborare le emozioni, il nostro intestino ne risente causandoci notevoli disagi per questo è importante sapere quali sono le cause della disbiosi intestinale e come affrontarle per non permettere che prendano il sopravvento e ne risenta la nostra salute. Ricordate che dal nostro intestino passa anche la salute del nostro sistema immunitario, se l’intestino è compresso anche il sistema immunitario sarà indebolito.

Sintomi della disbiosi intestinale

Si può pensare a disbiosi intestinale quando si ha la lingua bianca, flatulenza, stitichezza, pruriti frequenti agli occhi, al naso e/o all’ano, dolori articolari senza motivo apparente. Non finiscono qui però i sintomi della disbiosi intestinale l’elenco è piuttosto lungo e comprende anche:

  • infiammazioni della vescica,
  • perdita della libido,
  • pruriti vaginali o all’ano,
  • infezioni ricorrenti,
  • cistite,
  • sindrome premestruale,
  • crampi all’addome.

 

Cause psicologiche della disbiosi intestinale

La prima causa di disbiosi intestinale è senz’altro come detto la scorretta alimentazione, che però non è una causa psicologica, spostandoci quindi sulle cause psicologiche vanno elencante le seguenti:

  • distimia (forma di depressione),
  • irritabilità,
  • predisposizione all’ansia,
  • stanchezza cronica,
  • shock improvviso,
  • stress lavorativo.

Se presentate uno dei sintomi sopra elencati è consigliato rivolgersi al medico curante per poter effettuare i controlli specifici e chiarire le cause della disbiosi intestinale, una volta escluse cause di tipo fisico sarà possibile passare a quelle psicologiche e farsi supportare per lavorare su di esse e superarle per il proprio benessere psico-fisico.

E’ possibile anche cercare di prevenire la disbiosi intestinale facendo attenzione alla propria alimentazione, assumendo probiotici a cicli durante l’anno e qualora ci si senta sotto stress agire immediatamente con pratiche autorilassanti come la meditazione o lo yoga, ma se preferite attività fisica come andare in palestra o correre fatelo ogni cosa che permette di scaricare la tensione è ottima per cercare di prevenire la disbiosi intestinale.

 

About Silvia

Copywriter e Blogger. Nel 2008 ho conseguito il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. (per Contatti : sylviaterracciano[@]gmail.com )

Vedi Anche

dipendenza da dolci

Dipendenza da zuccheri come combatterla

I dolci sono il punto debole di molte persone, il rischio per la salute nel ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *