Home / Psichiatria / Come abbandonare una cattiva abitudine (o prenderne una buona) in 5 passi

Come abbandonare una cattiva abitudine (o prenderne una buona) in 5 passi

Tutti noi abbiamo abitudini buone e cattive, anche banali, che spesso nemmeno notiamo nella vita di tutti i giorni.

Tra le cattive abitudini ci sono ad esempio fumare, bere, ma anche andare al lavoro in auto quando potremmo farlo a piedi; tra le buone camminare, mangiare più sano, rinunciare a qualcosa di dannoso, vedere di più gli amici.

Spesso l’abbandono delle abitudini cattive e l’accoglienza di quelle buone è un proposito, che però non viene rispettato… perché non sappiamo come fare.

In questo articolo 5 passi da fare per cogliere l’abitudine che abbiamo (o non abbiamo) e riuscire ad abbandonarla oppure ad iniziare a seguirla.

1. Individuare la routine

La consapevolezza della cattiva abitudine, o il momento in cui inserire quella nuova, è essenziale quando si vuol prendere una nuova abitudine.

Questo significa che bisogna iniziare a pensare (anche con una sveglia sul telefono, se è un’abitudine regolare) che stiamo facendo, o che dovremmo fare quella cosa, per renderci conto che la nostra routine può cambiare.
PAGINA SEGUENTE ->

About Valerio Guiggi

Autore: Redattore da diversi anni, soprattutto per passione e mi occupo di diverse tematiche. "A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere. (Carl Gustav Jung)" ( per Contatti : valerioguiggi[@]gmail.com )

Vedi Anche

Ipocondria cos’è e come combatterla

L’ipocondria è la preoccupazione legata alla paura di avere, oppure alla convinzione di avere, una grave ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *