Home / Psicologia / Colloquio di lavoro: 5 domande tipiche e il loro significato

Colloquio di lavoro: 5 domande tipiche e il loro significato

Chiunque, nella vita, si è trovato almeno una volta ad affrontare un colloquio di lavoro. Si tratta di un’esperienza importante e, spesso, molto stressante perché da quei pochi minuti dipende il nostro futuro: è per questo che è importante affrontarlo al meglio, per uscire nella maniera migliore possibile.

Questo si può fare anche comprendendo che la maggior parte delle domande più tipiche hanno una natura psicologica, e sono “mascherate” per capire il più possibile di noi stessi in pochi minuti: in questo articolo vi proporremo cinque domande comuni e la loro traduzione psicologica, insomma spieghiamo che cosa vogliono capire gli altri. Avendo chiaro il significato, sapremo anche come rispondere nel modo migliore.

1. Mi parli brevemente di sé

Lo scopo è rompere il ghiaccio, naturalmente, ed è solitamente la prima domanda. Si cerca di capire se la persona riesce a gestire lo stress, se ha capacità relazionali (perché se non sa cosa dire questo può essere un problema) e naturalmente la capacità di focalizzarsi sulle cose importanti.

Preparare una risposta a questa domanda permette di avere un risultato convincente da subito, per poi passare alle domande successive.
PAGINA SEGUENTE ->

Vedi Anche

Riconoscersi omosessuali: le 4 fasi essenziali in una cultura eterosessuale

Le persone omosessuali, anche molto giovani, vivono generalmente in un ambiente eterosessuale. Questo porta da un lato ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *