Home / Benessere e Salute / Lo zucchero bianco fa male? Ecco quali dolcificanti è meglio usare
Quali zuccheri usare?

Lo zucchero bianco fa male? Ecco quali dolcificanti è meglio usare

Da alcuni anni, quando si parla di zucchero bianco, lo si identifica come un vero e proprio killer per la nostra salute. A te e mai capitato di sentire che lo zucchero bianco raffinato è un vero e proprio veleno? Ti è mai stato consigliato di sostituirlo con altri tipi di zuccheri? Ecco dunque tutta la verità su questo alimento, spesso presente sulle nostre tavole.

Da dove si ricava lo zucchero

Lo zucchero in generale è un prodotto della fotosintesi delle piante; chimicamente il processo di estrazione di quello bianco e di quello grezzo di canna è lo stesso. L’unica differenza fra i due consiste nella raffinazione.

Il primo si ricava dalla barbabietola da zucchero  ed è ovviamente raffinato, mentre quello di canna che si estrae dalla canna da zucchero, rimane grezzo e quindi mantiene quel tipico colore bruno. In entrambi gli zuccheri, il quantitativo di vitamine e minerali è bassissimo, mentre le calorie restano comunque molto alte.

Zucchero bianco, di canna o integrale?

Una notevole differenza invece la possiamo riscontrare nello zucchero di canna integrale. Quest’ultimo si ricava comunque dalla canna da zucchero, ma non subisce nessun processo di lavorazione e pertanto mantiene tutte le vitamine e minerali presenti con circa 100 calorie in meno rispetto agli zuccheri visti precedentemente.

Ecco le calorie:

  1. zucchero bianco per 100 gr, presenta 392 kcal;
  2. zucchero di canna per 100 gr, presenta 377 kcal;
  3. zucchero di canna integrale per 100 gr, presenta 275 kcal.

Da quanto detto, è ovvio che in un regime ipocalorico è meglio consumare lo zucchero di canna integrale piuttosto che gli altri due.

Lo zucchero di Stelvia, una alternativa naturale

Una valida alternativa per dolcificare cibi e bevande è lo zucchero di Stelvia. Ne avete mai sentito parlare?

La Stelvia è una pianta originaria delle catene montuose fra il Paraguay e il Brasile, da cui si ricava uno zucchero privo di calorie e senza nessuna controindicazione.

Il potere dolcificante dello Stelvia è di 200 volte superiore a quello del saccarosio. Pertanto è molto indicato sia per i bambini che per i diabetici, ma anche per tutti coloro che vogliono dolcificare in maniera naturale senza troppe calorie aggiunte.

 

Vedi Anche

Flora batterica, ecco quali fermenti utilizzare per un migliore equilibrio intestinale

Hai mai sentito parlare di flora batterica intestinale e di fermenti lattici? E quante volte ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *