Home / Benessere e Salute / Osteoporosi quali sono le cause e come prevenirla
osteoporosi
osteoporosi

Osteoporosi quali sono le cause e come prevenirla

L’Osteoporosi è una malattia che affligge sempre più persone e non solo nell’anziano o nella menopausa femminile, ma può comparire anche molto prima. Scopriamo di più su questa malattia in alcuni casi anche invalidante.

Breve accenno sulle ossa

L’osso è un tessuto vivo e attivo che si rinnova costantemente. Il vecchio tessuto osseo viene scomposto da cellule chiamate osteoclasti e viene sostituito da nuovo materiale osseo prodotto da cellule chiamate osteoblasti.

L’equilibrio tra la rottura del vecchio osso e la formazione di nuovo osso cambia nelle diverse fasi della nostra vita.

Nell’infanzia e nell’adolescenza, il nuovo osso si forma molto rapidamente. Ciò consente alle nostre ossa di diventare più grandi e più forti (più dense). La densità ossea raggiunge il suo picco tra la metà e la fine dei vent’anni.

Successivamente, il nuovo osso viene prodotto all’incirca alla stessa velocità con cui l’osso più vecchio viene scomposto. Ciò significa che lo scheletro adulto viene completamente rinnovato per un periodo di 7-10 anni.

Alla fine, dall’età di circa 40 anni, l’osso inizia a rompersi più rapidamente di quanto venga sostituito, quindi le nostre ossa iniziano lentamente a perdere la loro densità.

Invecchiamo tutti con un certo grado di perdita ossea, ma il termine osteoporosi viene utilizzato solo quando le ossa diventano piuttosto fragili. Quando l’osso è affetto da osteoporosi, i fori nella struttura a nido d’ape diventano più grandi e la densità complessiva è inferiore, motivo per cui l’osso ha maggiori probabilità di fratturarsi.

Chi è a rischio di osteoporosi?

L’osteoporosi è comune nel mondo ed il rischio aumenta con l’età. Chiunque può contrarre l’osteoporosi, ma le donne hanno circa quattro volte più probabilità degli uomini di svilupparlo. Ci sono due ragioni principali:

Il processo di perdita ossea accelera per diversi anni dopo la menopausa, quando le ovaie smettono di produrre estrogeni dell’ormone sessuale femminile.

30Gli uomini generalmente raggiungono un livello più alto di densità ossea prima che inizi il processo di perdita ossea. La perdita ossea si verifica ancora negli uomini, ma deve essere più grave prima che si verifichi l’osteoporosi.

Non è mai troppo presto per investire nella salute delle ossa. La prevenzione dell’osteoporosi inizia con una crescita e uno sviluppo ossei ottimali in gioventù.

I bambini e gli adolescenti dovrebbero

  •             Assicurare una dieta nutriente con un’adeguata assunzione di calcio
  •             Evita la malnutrizione proteica e la sottoalimentazione
  •             Mantenere un adeguato apporto di vitamina D
  •             Partecipa a una regolare attività fisica
  •             Evita gli effetti del fumo passivo

 

Si stima che un aumento del 10% del picco di massa ossea nei bambini riduca del 50% il rischio di fratture osteoporotiche durante la vita adulta.

Età adulta

La massa ossea acquisita durante la giovinezza è un importante fattore determinante del rischio di frattura osteoporotica durante la vita futura. Maggiore è il picco di massa ossea, minore è il rischio di osteoporosi.

Una volta raggiunto il picco di massa ossea, viene mantenuto da un processo chiamato rimodellamento. Questo è un processo continuo in cui viene rimosso il vecchio osso (riassorbimento) e viene creato nuovo osso (formazione). Il rinnovamento dell’osso è responsabile della resistenza ossea per tutta la vita.

Durante l’infanzia e l’inizio dell’età adulta, la formazione ossea è più importante del riassorbimento osseo. Più tardi con l’età, tuttavia, il tasso di riassorbimento osseo è maggiore del tasso di formazione ossea e provoca una perdita netta di osso, un assottigliamento delle ossa.

Qualsiasi fattore che provoca un tasso più elevato di rimodellamento osseo alla fine porterà a una più rapida perdita di massa ossea e ossa più fragili. I consigli nutrizionali e sullo stile di vita per la costruzione di ossa forti in gioventù sono applicabili anche agli adulti.

Gli adulti dovrebbero:

 

Assicurare una dieta nutriente e un’adeguata assunzione di calcio

Evitare la sottoalimentazione, in particolare gli effetti delle diete dimagranti gravi e dei disturbi alimentari

Mantenere un adeguato apporto di vitamina D

Partecipare a regolari attività portanti

Evitare il fumo e il fumo passivo

Evita di bere pesantemente

About Silvia

Mi chiamo Silvia Terracciano, sono nata a Milano ed adottiva del Piemonte. Copywriter e Blogger. Nel 2008 ho conseguito il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. (per Contatti : sylviaterracciano[@]gmail.com )

Vedi Anche

Erika il linguaggio dei fiori

Erika il linguaggio dei fiori

Chi è stato in Scozia non potrà essersi dimenticato di quelle lande desolate ma piene ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *